Milan, il caso Conti passa per Suso: ecco perché trova così poco spazio

Milan, il caso Conti passa per Suso: ecco perché trova così poco spazio
© foto www.imagephotoagency.it

Andrea Conti continua a non trovare spazio nell’11 titolare di Gattuso. Diversi i motivi di questa scelta, uno è la presenza di Suso

È uno dei dilemmi del momento, almeno per quanto riguarda l’ambiente milanista: perché Andrea Conti non gioca? Il terzino ex Atalanta, reduce da un doppio gravissimo infortunio nella passata stagione, è ormai pienamente recuperato, ma fatica terribilmente a trovare spazio nell’11 titolare del Milan di Gattuso.

Diverse le motivazioni di questa costante esclusione da parte del tecnico calabrese. Sicuramente lo stato di forma del giocatore, ancora lontano dalla condizione migliore, svolge un ruolo importante. A questo bisogna sommare la notevole concorrenza sulla fascia, con il veterano Abate ma soprattutto il giovane Calabria nettamente più avanti nelle gerarchie rispetto al classe 1994.

Ma forse il problema è prevalentemente di natura tecnico-tattica: il terzino, infatti, non sarebbe attualmente in grado di soddisfare le esigenze difensive richieste da Gattuso. Così, le presenze di Conti – inclusa quella odierna – si contano sulle dita di una mano. La presenza di Suso su quella fascia, inoltre, svolge un ruolo decisivo nelle scelte del tecnico rossonero: l’esterno offensivo, infatti, è uno di quei giocatori interamente votati all’attacco, che non rientra mai per sostenere i compagni anche in fase di copertura. Tali caratteristiche costringono Gattuso ad adottare misure precise, puntando su terzini difensivi che non facciano eccessivo affidamento alle progressioni lungo fascia. Conti, che ricopre esattamente questo tipo di ruolo, diventa così un elemento destinato a trovare sempre meno spazio… almeno finché Suso continuerà a giocare.