Inter, Icardi minaccia di operarsi: decisivo Zhang, interviene anche Moratti

Inter, Icardi minaccia di operarsi: decisivo Zhang, interviene anche Moratti
© foto www.imagephotoagency.it

Mauro Icardi pronto ad operarsi subito, solo Steven Zhang potrebbe evitarlo. Anche Massimo Moratti interviene per provare a ricucire i rapporti tra l’argentino e l’Inter

La guerra tra Mauro Icardi e l’Inter, ormai esplosa, rischia di portare ad ulteriori conseguenze da qui alle prossime settimane. L’attaccante argentino infatti nei giorni scorsi ha confermato la propria intenzione di non tornare ad allenarsi col resto del gruppo complice un dolore al ginocchio che, secondo la sua versione dei fatti, gli impedirebbe di giocare. La società nerazzurra, che non crede alle parole di Icardi (e del suo entourage), spinge al contrario perché l’ex capitano torni subito a disposizione di Luciano Spalletti. Dal muro contro muro senza apparente via di uscita scaturito nelle ultime settimane, Icardi vorrebbe tirarsi fuori giocando il jolly dell’operazione chirurgica. Andare ora sotti i ferri, a detta dell’argentino, gli consentirebbe di recuperare in vista della Coppa America di giugno, ma lascerebbe ovviamente l’Inter di fatto impossibilitata a poterlo utilizzare fino a fine stagione.

Al momento l’unico margine di soluzione esistente è nell’intervento del presidente Steven Zhang, in arrivo a Milano in vista del prossimo derby. Icardi avrebbe chiesto un colloquio al numero uno nerazzurro, che probabilmente cercherà una (difficile) mediazione. Nei giorni scorsi, scrive oggi il Corriere dello Sport, anche l’ex patron interista Massimo Moratti avrebbe telefonato a Zhang per provare ad ammorbidire la posizione della società nei confronti del suo ex capitano: Maurito chiede la restituzione della fascia per poter tornare in campo e mettersi alle spalle i propositi di operazione, ma il rapporto col resto dello spogliatoio è ad oggi inevitabilmente compromesso ed è difficile prevedere un passo indietro nerazzurro che porterebbe ad alterare nuovamente gli equilibri di un gruppo già in difficoltà. Di sicuro c’è il fatto che, almeno sino alla sosta, Icardi difficilmente si vedrà in campo: salterà dunque anche il prossimo derby. Poi si vedrà.