Genoa, Criscito: «Grifone nel cuore»

Genoa, Criscito: «Grifone nel cuore»
© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore del Genoa, Mimmo Criscito, ha parlato della sua nuova esperienza in Italia durante una lunga intervista

Il 2019 per il Genoa è cominciato bene, all’insegna di prestazioni grossomodo positive considerando la grave perdita di Piatek in zona offensiva. Gli uomini di Prandelli viaggiano in medio-bassa classifica, ma si trovano abbastanza lontani dalle zone più calde occupate da Bologna, Empoli e Frosinone.

L’arrivo di Prandelli ha risollevato il Grifone dopo la sciagurata parentesi Juric. Segnali di crescita che riguardano tutti i giocatori, incluso Mimmo Criscito. Il difensore, nel corso di un’intervista al Messaggero, ha parlato proprio della sua nuova esperienza in Italia: «La difesa a 4 mi sta aiutando. In Russia ho giocato 7 anni nel ruolo di terzino. Posso giocare anche a 3, ma la posizione ideale, per me, è quarto di sinistra. Il mio cuore è rossoblu. Quando ero in procinto di lasciare lo Zenit avevo diverse opportunità, ma una volta ricevuta la chiamata del Genoa non ho pensato ad altro. Sono venuto qui con ambizioni importanti, non per svernare. Ho lasciato Genova quando eravamo in Europa, magari ci potremo tornare. Stiamo vivendo una stagione di alti e bassi: sappiamo che è difficile, ma proveremo a dire la nostra in chiave internazionale».

Il difensore ha poi aggiunto qualche considerazione su quello che è stato il grande trascinatore del Grifone in questa prima parte di stagione: «Piatek ha dimostrato di essere un campione e dobbiamo dirgli grazie per ciò che ha fatto. Sanabria è diverso da lui: è più tecnico, gioca maggiormente palla a terra» e, sul prossimo impegno di campionato contro la Lazio, non ha dubbi«È migliorata tantissimo con un grande allenatore come Simone Inzaghi. Ma abbiamo voglia di rivincita davanti al nostro pubblico dopo la brutta gara dell’andata».