Il Toro vuole Verdi e Kouame per mettere le ali e spiccare il volo

Il Toro vuole Verdi e Kouame per mettere le ali e spiccare il volo
© foto www.imagephotoagency.it

Mazzarri pensa a un modulo molto più offensivo, il 3-4-3, e Kouame e Verdi sono gli attaccanti esterni individuati per cambiare volto al Toro

Nel giorno di un raduno festeggiato tra l’entusiasmo di tremila tifosi, il Toro pensa di varare una rivoluzione tattica. Mazzarri per la nuova stagione ha in fatti in mente l’idea di abbandonare il collaudato 3-5-2, che ha portato al record di punti, per il 3-4-3. Un modulo più moderno, offensivo e adatto per le competizioni continentali, che l’allenatore livornese ha già proposto a Napoli col tridente composto da Hamsik, Cavani e Lavezzi. Per attuare questa rivoluzione Mazzarri ha però bisogno di attaccanti esterni da affiancare a Belotti, e oltre a Verdi, la società sta pensando anche a Kouame del Genoa.

Con due esterni del calibro del pavese e del l’ivoriano, il Toro potrebbe schierare un tridente da invidia, con in panchina alternative quasi di pari livello. Iago Falque, Zaza e Parigini sarebbero infatti un vero lusso, e permetterebbero a Mazzarri di disporre di un reparto dalla profondità da primi della classe. Per questo in caso di doppio colpo in entrata qualcuno di questi giocatori potrebbe lasciare Torino, senza dimenticare che al momento la rosa può contare anche su Berenguer ed Edera.

Verdi rappresenta sempre la prima scelta del mercato granata, mentre la trattativa per Kouame sta decollando nelle ultime ore. Col Napoli c’è ancora distanza sul prezzo del cartellino del trequartista, ma la volontà del giocatore, fuori dai progetti di Ancelotti, può fare la differenza. L’ex Cittadella è invece al centro di una operazione che porterebbe lo svedese Gustafson sotto la lanterna, oltre ad un cospicuo conguaglio per il Genoa. La trattativa non è ancora vicina alla fumata bianca, ma il Toro ha al momento superato la concorrenza del Bologna, altra pretendente a Kouame.