Italia, Zeman-show: «Via Tavecchio? Lui non ha giocato. Io selezionatore? Dico no da 20 anni»

Italia, Zeman-show: «Via Tavecchio? Lui non ha giocato. Io selezionatore? Dico no da 20 anni»
© foto www.imagephotoagency.it

Zdenek Zeman ne è certo: non è Carlo Tavecchio il vero responsabile della mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali

Non è mai stato celebre per la sua diplomazia, Zdenek Zeman. Ecco perché il boemo è forse l’uomo più adatto per parlare della disfatta dell’Italia, eliminata ai Mondiali e soggetta (forse) ad un processo di rifondazione. L’allenatore del Pescara, come riporta l’Ansa, ha fatto intendere come non sia il presidente della FIGC il maggior colpevole del fallimento della Nazionale: «Tavecchio? Se vuole continuare vuol dire che è convinto che può fare. Io continuo a dire che lui non è sceso in campo. Non ha giocato a Milano e in Svezia».

Bordate contro allenatore e giocatori? Verosimilmente sì. Ma come si vedrebbe il maestro Zeman nei panni di selezionatore di una Nazionale? La risposta è sincera, com’è nello stile dell’ex allenatore di Roma e Cagliari: «Io da vent’anni dico di no alle nazionali perché mi piace stare ogni giorno sul campo». Positivo, invece, il parere su Carlo Ancelotti possibile nuovo c.t. azzurro: «Come persona potrebbe andare bene anche se credo lui si senta più allenatore di club che di Nazionale, e non solo per motivi economici».