Juventus-Barcellona 3-0: pagelle e tabellino

Juventus-Barcellona 3-0: pagelle e tabellino
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Barcellona, andata quarti Champions League 2016/2017: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

JuventusBarcellona 3-0, colpo strepitoso degli uomini di Allegri contro i fenomeni catalani: Dybala show in una prima frazione celestiale, in avvio di ripresa la firma di Chiellini che fa letteralmente impazzire il mondo bianconero. Gli uomini di Luis Enrique protestano per un calcio di rigore negato per fallo di mano di Chiellini, ma la loro debole prestazione impone ancora una volta la ricerca del miracolo.

Juventus-Barcellona 3-0: pagelle e tabellino

MARCATORI: pt 7′ Dybala, 22′ Dybala, st 10′ Chiellini

JUVENTUS (4-2-3-1) – Buffon 7; Dani Alves 6.5, Bonucci 7, Chiellini 7, Alex Sandro 6; Khedira 6.5, Pjanic 7 (44′ st Barzagli s.v.); Cuadrado 7.5 (28′ st Lemina 5.5), Dybala 9 (37′ st Rincon s.v.), Mandzukic 7.5; Higuain 5.5. A disposizione: Neto, Lichtsteiner, Asamoah, Marchisio. Allenatore: Massimiliano Allegri
BARCELLONA (4-3-3) – Ter Stegen 5.5; Sergi Roberto 4.5, Pique 5, Umtiti 5, Mathieu 4 (1′ st André Gomes 5); Rakitic 5, Mascherano 5, Iniesta 5.5; Messi 6, Luis Suárez 4.5, Neymar 5. A disposizione: Cillessen, Jordi Alba, Digne, Denis Suarez, Alena, Alcacer. Allenatore: Luis Enrique

ARBITRO: Szymon Marciniak (Polonia)
NOTE: ammoniti Dani Alves, Suarez, Iniesta, Mandzukic, Khedira, Lemina, Umtiti

JUVENTUS – IL MIGLIORE

Dybala 9: Dal momento del sorteggio di Nyon è scattato un improbabile accostamento a Messi: impensabile per chiunque, anche per un calciatore che ha accumulato appena sei presenza e nessuna rete in nazionale, impensabile quando la persona a cui ti raffronti – alla tua età – aveva già vinto tutto a livello di squadra ed individuale. Il gioiello bianconero ha avuto il grande merito di fregarsene: la risposta al superficiale tran tran mediatico è arrivato da un primo tempo di clamorosa efficacia, ha due palloni giocabili e li tramuta in altrettanti gol, con soluzioni chirurgiche figlie della gran personalità che si ritrova. Perché di talento e tecnica già eravamo al corrente. Ben arrivato tra i grandi Paulo.

JUVENTUS – IL PEGGIORE

Higuain 5.5: La sua prestazione non è propriamente da dimenticare, ma è oltre ogni ragionevole dubbio il meno in palla del quartetto offensivo schierato da Allegri: Dybala incanta, Cuadrado fa il bello e cattivo tempo sulla corsia destra, Mandzukic serve l’assist a Dybala in occasione del raddoppio e si sacrifica senza risparmio per l’equilibrio della sua squadra. Il centravanti argentino è poco ispirato e cattivo: ha anche una grande occasione, ma calcia tra le braccia di Ter Stegen.

BARCELLONA – IL MIGLIORE

Messi 6: L’invenzione per Iniesta e l’occasione della rete annullata nel primo tempo, l’altra geniale intuizione per Suarez nelle ripresa: i compagni sprecano i suoi regali, in più di una situazione sembra davvero l’unico dei suoi ad esser vivo sul piano della reazione e della produzione in campo. Resta però il demerito di aver sprecato a sua volta una grande chance: un rigore in movimento, capitatogli sul piede sbagliato.

BARCELLONA – IL PEGGIORE

Mathieu 4: Il giudizio va a Luis Enrique che continua a schierarlo per poi bocciarlo – come accaduto a Malaga – al termine del primo tempo: non può mai avere il passo di Cuadrado e puntualmente se lo perde in occasione della rete che sblocca la gara dello Stadium. L’impiego di Jordi Alba o Digne sarebbe stato decisamente più opportuno per caratteristiche. E’ ad ogni modo il giudizio complessivo ad una fase difensiva ancora una volta improponibile: servirà il miracolo per non abbandonare la Champions, l’ennesimo.

 

Juventus-Barcellona: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – La Juventus arrotonda il risultato con la rete di Chiellini, quella del 3-0 che da esplodere lo Stadium in avvio di ripresa. Reazione tardiva di un Barcellona irriconoscibile: da segnalare un calcio di rigore negato ai catalani, era evidente il fallo di mano dello stesso Chiellini sulla potente conclusione di Suarez.

49′ – Fischio finale: Juventus-Barcellona 3-0! Clamoroso allo Stadium!

48′ – Il Barcellona ci prova ma non accade granché nell’overtime

45′ – Quattro minuti di recupero stabiliti da un incerto Marciniak

44′ – Ultima sostituzione Juve: Barzagli per un ottimo Pjanic

43′ – Errata assistenza di Rakitic per Piqué: il Barcellona cerca disperatamente un gol

41′ – Messi si procura una punizione dal limite dell’area ed è lo stesso argentino ad incaricarsi della battuta, la barriera dice no, sugli sviluppi altra chiusura decisiva di Chiellini su Suarez

39′ – Si è svegliato Neymar nel finale, dopo una prova senz’altro non all’altezza del suo nome

37′ – Sostituzione Juventus: Rincon per Dybala, ovazione dello Stadium

36′ – Altro numero di Messi: Umtiti non ci arriva per un pelo

35′ – Barcellona nellà metà campo bianconera: la Juventus ora soffre, i catalani si sono svegliati decisamente tardi

33′ – Numero di Neymar su Bonucci, Suarez fa confusione e non sfrutta la situazione

30′ – Altra chance per il Barcellona: Sergi Roberto per Suarez che calcia di prima intenzione, non centrando lo specchio della porta

28′ – Prima sostituzione per Allegri: Lemina per Cuadrado

27′ – Scontro fortissimo tra Mandzukic e Sergi Roberto: resta a terra il croato, che poi si rialza

25′ – Negato un rigore al Barcellona: conclusione di Suarez e mano di Chiellini, ci sono dubbi sul fatto che il pallone abbia toccato prima il petto del difensore bianconero

23′ – Giocata pazzesca di Messi per liberare in profondità Suarez, il Pistolero spreca a tu per tu con Buffon

21′ – Punizione per la Juventus, fallo in attacco di Khedira

18′ – Barcellona alla disperata ricerca di un gol: il parallelo con l’andata disputata contro il Psg è fin troppo palese

16′ – Messi prova a scuotere i suoi: assist per Rakitic, tiene Chiellini che inizialmente sembrava scavalcato

13′ – Barcellona improponibile in fase difensiva: meglio nella ripresa in termini di produzione offensiva, ma ad ogni attacco della Juventus è un brivido

10′ – TRIS JUVENTUS! Segna Chiellini! Sugli sviluppi del corner il centrale bianconero elude la marcatura di un improbabile Mascherano e con un colpo di testa perfettamente piazzato centra l’angolo alla destra di Ter Stegen

9′ – Cuadrado sfonda ancora a destra: assist ad Higuain che calcia sul primo palo, attento Ter Stegen che non si lascia beffare. Dopo pochi istanti il Pipita ha un’altra grande occasione ma a tu per tu con il portiere tedesco si fa clamorosamente ipnotizzare

8′ – Altra grande chance per il Barcellona! Suarez per Iniesta che si vede ribattere la conclusione, irrompe Rakitic che manda appena alto. Meglio gli ospiti in avvio di ripresa

6′ – Classico movimento di Neymar e tiro di potenza dal centro-sinistra: non va!

4′ – Conclusione di Iniesta: debole e deviata in corner dalla retroguardia bianconera

3′ – Ci prova Khedira dalla media distanza: palla alta

2′ – Errore clamoroso di Messi! Assist a Suarez, il pallone gli torna fortuitamente tra i piedi, è un rigore in movimento ma gli capita sul destro: piattone e palla appena a lato! Che chance per il Barcellona

1′ – Si riparte: in campo Gomes, va fuori Mathieu. Ancora bocciato, come a Malaga tre giorni fa. Viene da domandarsi allora perché sia stato nuovamente schierato.

SINTESI PRIMO TEMPO – Un uomo su tutti: Paulo Dybala! Il gioiello argentino non ha certamente mostrato di soffrire l’attenzione che i media italiani e non solo hanno riposto sulla sua figura in questa settimana: doppietta che momentaneamente stende un Barcellona irriconoscibile. I catalani hanno aggiunto alla fatidica leggerezza difensiva una certa inadeguatezza nella costruzione della manovra e nella ricerca degli spazi. Annullato un gol agli uomini di Luis Enrique: non c’è fallo di Messi su Khedira, da valutare la posizione di Suarez.

45′ – Khedira prova ad irrompere su un pallone sporco in area catalana: nulla di fatto e fischio finale di un primo tempo dominato da Dybala, Juventus-Barcellona 2-0 all’intervallo!

44′ – Diagonale mancino di Higuain, non benissimo Ter Stegen nella ribattuta, manca l’accorrente per il tap-in

42′ – Recupero di Alves su Neymar che aveva guadagnato un tempo di gioco

39′ – Occasione per Suarez! Punta dell’uruguagio, palla a lato: ai catalani serve almeno un gol

37′ – Conclusione di Pjanic dal limite: c’è potenza ma non precisione

36′ – Continui i cambi tattici di Luis Enrique, fattore che sembra accrescere la confusione vissuta quest’oggi dal Barcellona

33′ – Mandzukic in ripiegamento su Messi: scintille tra i due

32′ – Calata la Juventus sul piano del predominio territoriale: il Barcellona prova a guadagnare metri

29′ – Rischia la Juventus sul pressing avversario: annullata rete al Barcellona, situazione confusa. Non c’è fallo di Messi su Khedira, forse ravvisato fuorigioco di Suarez

26′ – Stadium esaltato dalle giocate di Paulo Dybala, protagonista indiscusso della notte di Torino!

25′ – Serata da incubo per il Barcellona: squadra slacciata, mancano riferimenti e collante, il rischio è quello di subire un’altra imbarcata

22′ – RADDOPPIO JUVENTUS! Ancora Dybala! Clamoroso allo Stadium! L’argentino sfrutta l’assist di un infaticabile Mandzukic ed arma ancora una volta il sinistro – questa volta da posizione più accentrata – e trova l’angolino alla destra di Ter Stegen. Soluzione chirurgica della Joya!

21′ – Miracolo di Buffon! Assist folle di Messi per Iniesta che in parte è poco cattivo nella conclusione, in parte si scontra con una parata altrettanto pazzesca dell’estremo difensore bianconero

19′ – Grande spinta di Alex Sandro sulla corsia sinistra: il Barcellona soffre le assenze sugli esterni bassi

17′ – Azione di forza di Higuain stoppato da Mascherano, irrompe Mandzukic ma la battuta è lenta e centrale

15′ – Il Barcellona cerca varchi nel muro juventino, ma lo fa a rilento

14′ – Bonucci troppo sicuro in disimpegno: rischio sul pressing di Suarez, alla fine ha ragione lui

13′ – Numero di Neymar su Alves, provvidenziale la chiusura di Bonucci

12′ – Suarez si procura una punizione dal centro-destra: calcia Messi, ma lo fa male

11′ – Lo Juventus Stadium è una bolgia, ulteriormente caricato dalla rete del vantaggio targata Dybala

9′ – Barcellona in difficoltà anche sul piano della costruzione della manovra, oltre agli oramai consolidati problemi difensivi

7′ – JUVENTUS AVANTI!!! Cuadrado temporeggia palla al piede per poi scaricare su Dybala, la giocata del gioiello argentino è eccellente, spalle alla porta trova il tempo per coordinarsi e battere con un preciso diagonale mancino l’incolpevole Ter Stegen. Debole la marcatura di Mathieu – la scelta a sorpresa di Luis Enrique in luogo di Digne – su Cuadrado nell’occasione

6′ – Dopo una partenza incerta il Barcellona prova a riassestarsi: lancio per Suarez che scappa a Chiellini, risolve tutto l’uscita di Buffon

3′ – Iniesta ricorre al fallo per arginare Dybala: dalla punizione di Pjanic, Higuain può staccare indisturbato in piena area catalana, colpo di testa troppo centrale tra le braccia di Ter Stegen, che blocca in due tempi

1′ – Subito Juventus: scarico di Higuain per Khedira, conclusione senza troppe pretese

1′ – Partiti: è Juventus-Barcellona!

Si avvicina il calcio d’inizio allo Juventus Stadium di Torino: è il giorno tanto atteso dal popolo bianconero, quarti di finale della Champions League 2016-17, i padroni di casa ospitano quel Barcellona che in occasione degli ottavi ha clamorosamente ribaltato il 4-0 subito al Parco dei Principi dal PSG di Cavani e compagni. Juventus che come da pronostico si è sbarazzata del Porto senza troppi patemi: è la rivincita della finale di due anni fa, quando furono i blaugrana ad alzare al cielo il più ambito trofeo per club. Tra pochi minuti via alla diretta live con gli aggiornamenti su Juventus-Barcellona. E’ tempo di Juventus-Barcellona, andata dei quarti di finale di Champions League e rivincita della finalissima di due anni fa vinta come pronostico dai catalani. Spazio all’attualità: il ballottaggio tra Asamoah ed Alex Sandro se lo aggiudica al fotofinish il brasiliano, Juventus dunque a trazione offensiva – ma di fatto priva di pedine offensive in panchina – nella notte che attende da tempo. Piovono conferme in casa Barcellona: Mascherano sostituisce Busquets in cabina di regia, spazio ad Umtiti in difesa. Una sola novità rispetto alle indicazioni della vigilia ma densa di significato: Mathieu e non Jordi Alba o Digne, da valutare dunque l’impianto tattico adottato da Luis Enrique.

Juventus-Barcellona, formazioni ufficiali

JUVENTUS (4-2-3-1) – Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Barzagli, Lichtsteiner, Asamoah, Marchisio, Rincon, Lemina. Allenatore: Massimiliano Allegri
BARCELLONA (4-3-3) – Ter Stegen; Sergi Roberto, Pique, Umtiti, Mathieu; Rakitic, Mascherano, Iniesta; Messi, Luis Suárez, Neymar. A disposizione: Cillessen, Jordi Alba, Digne, Denis Suarez, André Gomes, Alena, Alcacer. Allenatore: Luis Enrique

Juventus-Barcellona: probabili formazioni e prepartita

Impensabile dedicare ogni sforzo a non subire gol, quando gli avversari si chiamano Messi, Neymar e Suarez: Allegri dunque non rinuncia all’assetto lanciato in avvio di 2017 e conferma i quattro uomini offensivi, con il recupero di Mandzukic che lo rinfranca anche e soprattutto sul piano dell’equilibrio complessivo. Il ballottaggio aperto resta sulla corsia sinistra difensiva: Asamoah potrebbe spuntarla su Alex Sandro soltanto perché il brasiliano rappresenterebbe un’alternativa offensiva a gara in corso. Sponda Barcellona: Luis Enrique alle prese con la delicatissima sostituzione dello squalificato Busquets, l’equilibratore della sua creatura. Dovrebbe giocare Mascherano in mediana, con l’inserimento di Umtiti nel pacchetto centrale difensivo, al fianco dell’inamovibile Piqué. Iniesta in campo dal primo minuto.

JUVENTUS (4-2-3-1) – Buffon; Dani Alves, Bonucci, Chiellini, Asamoah; Khedira, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Barzagli, Lichtsteiner, Alex Sandro, Marchisio, Sturaro, Lemina. Allenatore: Massimiliano Allegri
BARCELLONA (4-3-3) – Ter Stegen; Sergi Roberto, Pique, Umtiti, Jordi Alba; Rakitic, Mascherano, Iniesta; Messi, Luis Suárez, Neymar. A disposizione: Cillessen, Mathieu, Digne, Denis Suarez, André Gomes, Alena, Alcacer. Allenatore: Luis Enrique

Degne di nota le rassicuranti parole rilasciate da Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, in sede di presentazione della supersfida con il Barcellona: «Domani chi gioca in attacco? Tutti i quattro davanti. Sarà bellissimo, il Barcellona è sempre la squadra più forte, con i tre attaccanti che garantiscono sempre gol. Noi siamo cresciuti molto, la Juventus deve essere sempre abituata a giocare questo tipo di gare. La Juve non perde in casa da 4 anni? La prima partita in casa non bisogna prendere gol, anche se sarà difficile. Dovremo giocare sulle debolezze del Barcellona. Dybala come Messi? Da quando è arrivato alla Juve ha fatto passi da gigante, Messi è il numero uno al mondo. Cosa ho pensato dopo Barcellona-PSG? Ci ha insegnato che nel calcio non c’è niente di scontato. Pensiamo alla partita di domani e poi al ritorno, sono quarti di finali importanti come Real-Bayern, ne rimarranno due dopo. Saranno quattro gare dal grande spettacolo. Giochiamo con serenità e tecnica, oltre che con equilibrio in fase difensiva. I difetti del Barcellona? Lascia campo, con la palla diventano pericolosi. Servirà stare dentro la partita, solitamente lasciano un po’ di spazio. Atmosfera di domani sera? Tensione non eccessiva, squadra consapevole dei mezzi: queste gare si giocano anche a livello psicologico. Dobbiamo pensare di poter superare il turno, se no non andiamo avanti. Alex Sandro? E’ in dubbio con Asamoah, ma stanno tutti bene. Modulo del Barcellona? Cambia poco, che giochi a 4 o a 3: giocano con gli stessi da tanti anni, con una filosofia ben precisa».

Luis Enrique, allenatore del Barcellona, vuole cancellare la recente quanto clamorosa sconfitta incassata in Liga per mano del Malaga, episodio che è costato buona parte delle ambizioni di successo finale: «Dobbiamo giocare bene al calcio: i numeri della Juve sono strepitosi, all’altezza della sua storia. Vogliamo fare una grande partita, sapendo che superare un rivale così forte sarà difficile». Proseguendo nelle dichiarazioni, il tecnico Luis Enrique ritorna sulla Finale di Berlino della stagione 2014-2015, nella quale fu il Barcellona a trionfare in finale di Champions League: «Sarà splendido affrontare questa squadra, il risultato di Malaga non ci influenzerà minimamente. La finale di Berlino è un ricordo positivo, ma questa è una nuova partita, che non ha nulla a che vedere con quella. Vincerà chi farà il miglior gioco e chi sarà superiore in entrambe le fasi. La Juve sa fare bene tutte le fasi del gioco, ma noi faremo la nostra partita, cercando la vittoria già domani a Torino. Busquets per noi è un giocatore molto importante, ma siamo preparati per sostituirlo data la sua assenza».

Juventus-Barcellona: i precedenti del match

E’ una sfida che al mondo Juventus desta ricordi di grandezza così come cocenti delusioni: sono nove i precedenti complessivi tra Juventus e Barcellona, di cui quattro vittorie bianconere. Per quanto concerne la massima competizione internazionale per club, Juventus e Barcellona si sono sfidate nei quarti di finale della Coppa dei Campioni 1985-86, quando al Camp Nou terminò 1-0 in favore dei blaugrana, mentre al ritorno l’1-1 non bastò ai padroni di casa per assicurarsi il passaggio del turno. Avanti i catalani. Lo scontro si ripete nei quarti della Champions League 2002-03: risultato di 1-1 all’andata, poi il colpo pazzesco della Juventus al Camp Nou con la delirante rete timbrata Zalayeta. Quella Juve eliminò poi il Real Madrid in semifinale, prima di arrestarsi in finale con il Milan di Carlo Ancelotti. Ma il precedente più vivo nella memoria degli appassionati di sport – nonchè giocoforza il più rilevante tra i due club in questione – è la finale dell’edizione 2014-15: il Barcellona, sempre quello di Messi e Neymar, si presenta all’appuntamento con la storia da grande favorita. E rispetta le evidenze del pronostico: 3-1 senza troppi convenevoli, sebbene vada concesso alla Juventus di Pirlo, Vidal, Pogba, Tevez e Morata – oggi non compare più nessuno di questi nell’organico bianconero – l’onore delle armi.

Juventus-Barcellona: l’arbitro del match

Dirige la gara dello Stadium il fischietto polacco Szymon Marciniak: un precedente stagionale a testa per quanto riguarda Juventus e Barcellona. Felice per i bianconeri, quando si imposero con il risultato di 0-1 sul campo del Lione nel pieno della fase a gironi. Assolutamente meno propizio per i catalani: Marciniak è stato infatti l’arbitro del 4-0 con cui il Psg aveva spazzato via il Barcellona nella gara d’andata degli ottavi di finale. Buon per Luis Enrique poi che la storica impresa della sfida di ritorno abbia cancellato gli effetti negativi di quella clamorosa disfatta. Il polacco ha diretto 5 gare nell’attuale edizione della Champions League, estraendo 19 cartellini gialli: alla media dunque di neanche 4 ammonizioni a partita.

Juventus-Barcellona: dove vederla in tv

Ecco tutte le informazioni su dove e come vedere la partita sono al seguente indirizzo: Juventus-Barcellona streaming gratis e diretta tv in chiaro. Grande ed importante novità per tutti gli appassionati: la partita sarà trasmessa dalle ore 20.45 in chiaro sulle frequenze (anche in HD) di Canale 5, come comunicato da Mediaset già qualche giorno fa ormai, sia ovviamente su quelle in digitale terrestre di Mediaset Premium (canali Premium Sport). Non è tutto, perché Juventus-Barcellona andrà ovviamente in onda anche in streaming per piattaforme iOs, Android e Windows Mobile per pc, smartphone e tablet tramite la Premium Play. Esistono alcune liste di siti aggiornate per poter eventualmente seguire il calcio streaming gratis, ma ricordiamo che ad oggi, dopo la chiusura del sito pirata Rojadirecta, non esiste possibilità legale di seguire una partita in streaming live al di fuori di quelle già indicate poco sopra. La gara potrà essere comunque seguita ovviamente anche in diretta testuale tramite il nostro sito.