Locatelli si racconta: «Milan, gioie e dolori. Il gol alla Juve mi ha cambiato la vita»

Locatelli si racconta: «Milan, gioie e dolori. Il gol alla Juve mi ha cambiato la vita»
© foto www.imagephotoagency.it

Manuel Locatelli, centrocampista del Sassuolo, ha parlato dei suoi inizi, della sfida al Milan e del gol a Buffon contro la Juve

MilanSassuolo non sarà mai una sfida come le altre per Manuel Locatelli. Il centrocampista, che ha lasciato i rossoneri la scorsa estate, scenderà in campo sabato prossimo a San Siro per sfidare la sua ex squadra. Il classe ’98 sta disputando un’ottima stagione e si è raccontato ai microfoni del magazine della Lega, Inside Serie A: «Ho segnato il primo gol in Serie A proprio al Sassuolo. Segnare un gol a San Siro, coronare quella rimonta, è stato qualcosa di unico. Sì, l’ho fatto proprio al Sassuolo e probabilmente era destino che venissi qua. A proposito, ho scelto la maglia numero 73 e il primo gol in A l’ho segnato proprio al 73′: se questo non è destino…».

Locatelli però parla anche dei problemi vissuti al Milan: «Ho vissuto momenti importanti. Sembravo il nuovo Messi: titoli dei giornali, articoli, tv, tante attenzioni. Poi le critiche, tantissime critiche quando le cose non sono andate per il meglio. Mi hanno fatto male, ammetto di aver sofferto: ho vissuto momenti difficili da cui sono uscito grazie all’aiuto della mia famiglia e della mia ragazza, ma poi sono riuscito a superarlo». Il giocatore ha scelto il Sassuolo con entusiasmo («hanno creduto in me») e ha parlato del gol alla Juve: «Mi ha cambiato la vita. La gente quando mi ferma per strada mi ricorda ancora di quel gol. Quando penso al gol alla Juve, davanti a settantamila persone, vincere 1-0 e segnare a Buffon, mi vengono ancora i brividi».