Connettiti con noi

Azzurri

Mancini: «Bisogna trovare i giocatori, cambieremo alcune cose»

Pubblicato

su

Le parole di Roberto Mancini intervista da Sky Sport: «Cambieremo un po’ di cose, ma non possiamo stravolgere tutto all’improvviso»

Intervistato da Sky Sport, Roberto Mancini fa il punto sulla nazionale, che comincia un nuovo ciclo dopo l’esclusione dal Mondiale.

«Prima di tutto bisogna trovare i giocatori, ci sono dei ragazzi con noi da tempo e pian piano entreranno in pianta stabile. Cambieremo un po’ di cose, ma non possiamo stravolgere tutto all’improvviso. A parte l’Argentina, ci saranno gare importanti in Nations League».

INSIGNE E IMMBOLE – «Sono ragazzi che hanno fatto tanto in questi 4 anni straordinari per l’Italia, vanno solo elogiati per tutto. Insigne vedremo quello che farà in Canada. A Immobile dico di stare tranquillo e di leggere meno i giornali».

TONALI – «Un giocatore con qualità che ha già esordito con noi due anni fa. Può fare ancora meglio. Anche se nella zona di centrocampo non siamo messi malissimo».

SCUDETTO – «É stato un campionato bellissimo, sia per la parte della classifica, sia per la salvezza, così come per l’Europa. Non so chi vincerà sinceramente, anche se il Milan ovviamente è avvantaggiato. Il Milan lo meriterebbe, ma anche l’Inter perché è stato un grande campionato fino alla fine».

RUGGERI E GAETANO – «Per lo stage chiameremo dei ragazzi per capire come stanno e per conoscerli il più possibile. Ne chiameremo tanti e di diverse età, poi valuteremo».

CHIELLINI – «Conoscendolo, non mi sono stupito della tranquillità con cui ha scelto di dire addio alla Juventus. Sapevo che ci stava pensando da tempo, anche se decisioni di questo tipo non sono mai semplici. Ha fatto una carriera straordinaria, un uomo in gamba e un uomo per bene. Purtroppo il tempo passa per tutti».