Napoli, Ancelotti strizza l’occhio a Lozano: «Mi piace da morire»

Napoli, Ancelotti strizza l’occhio a Lozano: «Mi piace da morire»
© foto www.imagephotoagency.it

Intervista di Carlo Ancelotti al “Corriere dello Sport”, il tecnico del Napoli parla di calciomercato e assicura: «Scudetto? Ci proveremo».

Il tecnico del Napoli Carlo Ancelotti ha concesso una lunga intervista a “Il Corriere dello Sport”, parlando di tanti argomenti, dal calciomercato alla sfida con la Juventus. «Lobotka lo trattammo l’estate scorsa – ha rivelato – quando rischiavamo di perdere Fabian Ruiz per via della clausola. Barella è forte, Lozano mi piace da morire. Ma adesso mi tengo la mia squadra, che è un’ottima squadra».

Il discorso si sposta poi sulla sfida non semplice alla Juventus di Cristiano Ronaldo per il titolo di Campioni d’Italia. «In campionato ci proveremo fino in fondo – ha assicurato – ma se vincerà la Juve non sarà una grande novità. O sbaglio? Qui a Napoli De Laurentiis ha fatto un grande lavoro. Cristiano, il nostro Cristiano (Giuntoli, nda), ha fatto i miracoli”.

Infine un aneddoto sul suo rapporto con Seedorf ai tempi del Milan: «Clarence è stato l’unico giocatore con cui ho avuto dei problemi. – ha rivelato – Con me ha giocato tanto ma ogni volta che lo sostituivo sapevo che il giorno dopo si sarebbe presentato per chiedere spiegazioni. ‘Perché mi hai tolto? Perché proprio io, ancora?’, mi chiedeva. Era diventato una barzelletta, al punto che dopo il cambio Tassotti mi diceva: ‘Domani aspettatelo in sede’. Cosa rispondevo a Clarence? ‘Facevi schifo, eri morto’… E molto spesso si finiva con una risata».

RICORSO KOULIBALY RESPINTO, NAPOLI AMARO: «UNA SCONFITTA PER IL CALCIO»