Prandelli boccia la Serie A: «Monotona, non esaltante»

Prandelli boccia la Serie A: «Monotona, non esaltante»
© foto www.imagephotoagency.it

Cesare Prandelli non è un grande fan della Serie A. Probabilmente preferisce la Champions League, dove Juventus e Barcellona si sfideranno senza esclusione di colpi: le ultime

Dopo l’addio al Valencia, Cesare Prandelli aspetta un’altra panchina. Intanto si guarda la Serie A, che nemmeno gli piace troppo: «Ci sono stati molti cambi a Valencia, dopo le mie dimissioni qualcosa è successo e forse hanno capito come impostare una società di calcio. Sono pronto a ricominciare da un’altra parte. Il campionato di Serie A è monotono e nemmeno troppo esaltante, è chiaro che se la seconda e la terza danno i migliori giocatori alla Juventus si va da poche parti. Adesso mi pare che le squadre abbiano tutte un progetto economico, mai tecnico». Si avvicina Juventus-Barcellona e Prandelli fa la sua analisi di questo match: «L’intensità della Juve potrebbe farla diventare protagonista nella partita con il Barcellona. In Spagna capita di trovare la settimana in cui le big staccano la testa dal campionato, la sconfitta di Malaga non fa testo e sarà tutto diverso. La Juventus dovrà essere brava e coraggiosa nell’attaccare la loro linea difensiva. Penso che il Barca cercherà di conquistare la metà campo». A Radio Rai poi Prandelli conclude: «Il Napoli col suo possesso palla può ricordare vagamente il Barcellona. Lui sa che se costruisce a centrocampo poi può fare male con gli attacchi. Ha capito la strada tecnica da perseguire, ma non tutti possono avere la presunzione di poter creare questo possesso palla, il Napoli può farlo. Io ho sempre cercato di proporre un’iniziativa col mio calcio».