Real Madrid, Zidane: «Non temo l’esonero, risolverò i problemi»

Real Madrid, Zidane: «Non temo l’esonero, risolverò i problemi»
© foto www.imagephotoagency.it

Aria pesante in casa Real: la squadra arriva da quattro pareggi consecutivi e conta parecchi infortunati illustri. Sul banco degli imputati è finito il tecnico Zidane, che ammette di conoscere la situazione ma non fa drammi

Quattro pareggi consecutivi tra Liga e Champions League, il Real Madrid non sa più vincere. La squadra ha perso la lucidità delle prime gare stagionali, quando collezionava tre punti a partita. Gli infortuni di Casemiro, Modric, Ramos e James Rodriguez hanno influito sull’economia della squadra che non vince dalla sfida in casa dell’Espanyol del 18 settembre. Sul banco degli imputati è finito il tecnico Zinedine Zidane, che non nasconde di sapere quali sono le conseguenze in casa merengues quando le cose non vanno per il verso giusto: «Non ho paura di essere licenziato, anche perché so che prima o poi succederà. Mi godo fino in fondo il momento, ho avuto un’incredibile opportunità e sono felice di fare ciò che faccio. Mi piace il mio lavoro, che non è sempre semplice, ma voglio imparare e migliorare. Lavorare con questi grandi giocatori mi consente di apprendere qualcosa ogni giorno, e io sono totalmente concentrato alle cose di campo. La cosa che conta di più per me sono gli allenamenti, perfino più delle partite», le parole riportate da Fox Sports.

RIPARTIRE – Zidane si mette a nudo, non mostra timore del possibile esonero ma non si fascia la testa, convinto di poter rimettere in moto la squadra: «Abbiamo un gruppo eccezionale, sia quando vinciamo che quando perdiamo, sono tutte brave persone. La cosa più importante è trovare soluzioni ai problemi, e io le troverò. Non è una situazione catastrofica, anche se non dobbiamo sottovalutare nulla. Non credo sia un problema fisico, ma di approccio alla partita. È qualcosa di psicologico e dobbiamo capire cosa».