Siviglia, Sergio Ramos: «Euro2024? Mi fa male l'anima»
Connettiti con noi

Calcio Estero

Siviglia, Sergio Ramos: «Euro2024? Mi fa male l’anima non esserci, ma non dipendeva da me. Me ne vado da qui a testa alta»

Pubblicato

su

Sergio Ramos

Sergio Ramos, difensore spagnolo, ha salutato il Siviglia ad un anno dal suo ritorno a casa. Ecco le parole in conferenza stampa

Sergio Ramos ha salutato definitivamente il Siviglia. La società ha organizzato una conferenza stampa dedicata al Ramón Sánchez Pizjuán dove l’ex difensore del Real Madrid ha parlato di varie tematiche.

RITORNO – «Volevo rendere omaggio a Puerta, a Reyes, a mio nonno e a mio padre, che si sono illusi di vedermi qui e volevo dimostrare loro che potevo restare qui. Un altro obiettivo era quello di mostrare il mio Sevillismo come so fare meglio: con prestazioni e impegno. Credo che questo obiettivo sia stato raggiunto in modo straordinario. Me ne vado a testa alta e con il mio dovere compiuto»

ADDIO – «Quando si lascia una casa non si prende una decisione in fretta. Volevo che il club avesse il tempo di pensare a nuovi arrivi. È una decisione che prendo a livello personale e familiare. Me ne vado da qui come sono arrivato, senza parlare di soldi. Mi è stata data la possibilità di continuare con un contratto a vita, ma ho preso un’altra decisione»

EUROPEO – «Quello che dipendeva da me, cioè fare una buona prestazione con la mia squadra, è stato dimostrato. Mi fa male l’anima non esserci, ma nel calcio ci sono cose che non dipendono da te. Sono molto felice per il buon inizio della Spagna»