Svezia-Svizzera 1-0, Mondiali 2018: pagelle e tabellino

Svezia-Svizzera, ottavi di finale Mondiale Russia 2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Si sta ormai delineando il tabellone dei quarti di finale. Resta ormai da decidere l’ultimo accoppiamento. Svezia e Svizzera dunque si affrontano in una gara molto equilibrata e dall’esito altamente incerto. Chi riuscirà a spuntarla andrà ad affrontare la vincente tra Inghilterra e Colombia nella parte bassa del tabellone.


Svezia-Svizzera 1-0: pagelle e tabellino

MARCATORI: st 21′ Forsberg

SVEZIA (4-4-2): Olsen 6.5; Lustig 6 (36′ st Kraft 6), Lindelof 6.5, Granqvist 6.5, Augustinsson 6; Claesson 6, Svennson 6, Ekdal 6, Forsberg 7 (36′ st M. Olsson 6.5); Berg 5.5 (44′ st Thelin ng), Toivonen 6. All. Andersson.

SVIZZERA (4-2-3-1): Sommer 6.5; Lang 5, Djourou 5, Akanji 5.5, Rodríguez 5.5; Behrami 6, Xhaka 6; Shaqiri 6, Dzemaili 5 (27′ st Seferovic 5), Zuber 5 (27′ st Embolo 5.5); Drmic 4.5. All. Petkovic.

ARBITRO: Skomina (SLO)

NOTEAMMONITI: Lustig, Behrami, Xhaka

ESPULSI: Lang

LE PAGELLE 

SVEZIA IL MIGLIORE

FORSBERG 7.5 – Prestazione convincente del numero 10 svedese che si conferma l’uomo di maggior qualità di questa squadra. E’ lui che accende la luce in avanti e che crea le occasioni migliori. Bravo e fortunato in occasione del gol.

SVEZIA IL PEGGIORE

BERG 5.5 – Partita complicata della colossale punta svedese. Non riesce a trovare mai la giusta posizione in campo. Ha una buona opportunità su cui Sommer è bravissimo. Da lui la sua partita si fa sempre più complicata

SVIZZERA IL MIGLIORE

SOMMER 6.5 – Lui fa il possibile per garantire la vittoria alla sua squadra. E’ strepitoso nella parata su Berg nel primo tempo. Poi si fa trovare sempre pronto quando chiamato in causa. Peccato per la deviazione di Akanji che gli impedisce di intervenire sul tiro di Forsberg. Si dimostra comunque un ottimo portiere.

SVIZZERA IL PEGGIORE

DRMIC 4.5 – Il ruolo di centravanti è il vero e proprio nervo scoperto della formazione di Petkovic. Drmic ne è l’esempio evidente. Mai una giocata degna di nota. Mai un guizzo. Assolutamente negativa la sua gara.

Svezia-Svizzera: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO– Ripresa che inizia come si era concluso il primo tempo. Grande equilibrio e incertezza, con le due squadre che restano molto corte ed hanno paura ad affondare il colpo. E’ sempre la Svezia che si fa preferire leggermente sul piano del gioco, senza però creare alcunchè di pericoloso. Al 21’ però arriva l’episodio che cambia il match. Forsberg riparte in contropiede e serve Toivonen sulla sinistra, tocco di ritorno e conclusione del numero 10 he viene deviata da Akanji e termina in rete. Il vantaggio permette agli svedesi di fare il loro gioco preferito, difendersi e ripartire, e la Svizzera non riesce a reagire. Svezia che vince dunque 1-0 e vola ai quarti di finale

50′ st – Punizione calciata centrale da Toivonen, para Sommer e termina anche la partita. Svezia ai quarti di finale

48′ st – Martin Olson riparte in contropiede e Lang lo stende appena fuori l’area di rigore, punizione e rosso per il terzino svizzero

44′ st Fuori Berg dentro Thelin 

40′ st – Sinistro di Shaquiri, che termina ampiamente sul fondo

36′ st – Doppio cambio per la Svezia fuori Forsberg e Lustig, dentro Kraft e Martin Olsson

35′ st – Embolo colpisce di testa, allontana Forsberg sulla linea

32′ st – Embolo entra in area, chiuso in angolo

30′ st – Guadagna un altro calcio d’angolo la Svezia con Forsberg

27′ st – Doppio cambio per la Svizzera, dentro Seferovic ed Embolo, fuori Dzemaili e Zuber

25′ st – Interessante punizione per la Svizzera ora: batte Rodríguez, palla per Shaquiri, tiro deviato in corner

21′ st – Gooooooooool! Forsberg porta in vantaggio la Svezia: Toivonen serve al limite il suo numero 10, conclusione potente, ma centrale che viene però deviata da Akanji e che termina in rete

20′ st – Shaquiri prova ad entrare in area, chiuso da Augustinsson

18′ st – Punizione battuta dallo stesso Forsberg: barriera piena

17′ st – Contropiede Svezia con Forsberg che arriva al vertice destro dell’area di rigore e viene steso da Behrami

15′ st – Ammonito Behrami per fallo su Forsberg, era diffidato

12′ st – Xhaka cerca Drmic, respinge la difesa

10” st – Svizzera che batte 4 angoli di fila ma non riesce a impensierire Olsen

5′ st – Djourou rischia sulla pressione di Berg, ma alla fine se la cava

4′ st –Toivonen prova la conclusione, ancora una volta alta sulla traversa

2′ st – Ha alzato i ritmi in questo inizio di ripresa la Svezia che vuole subito il vantaggio

1′ st – Si ricomincia a San Pietroburgo

SINTESI PRIMO TEMPO – Primo tempo che non riserva grandi sorprese a San Pietroburgo. La gara rispecchia le aspettative, con le due squadre che giovano molto compatte e ordinate, senza scoprirsi praticamente mai. Ne risente però lo spettacolo, con le occasioni che faticano ad arrivare. LA più nitida è sui piedi di Berg, ma Sommer è straordinario nel dirgli di no. Anche Dzemaili ed Ekdal hanno una buona chance per sbloccare il match ma la sprecano. Si va dunque a riposo in parità.

46′ pt – Fischia due volte Skomina. Termina 0-0 il primo tempo tra Svezia e Svizzera

41′ pt – Ekdal, che errore, manda altissimo con il piatto uno splendido pallone messo sul secondo palo da Lustig,

39′ pt – Cosa spreca Dzemail che calcia alto da buona posizione su invito di Zuber

38′ pt – Intervento di Lindelof che evita il calcio d’angolo su Drmic

33′ pt – Tiro dai 35 metri di Xhaka, palla alta non di tanto

31′ pt – Punizione Svizzera: batte Rodríguez, para Olsen

28′ pt – Occasione Svezia: palla sul secondo palo per Berg, conclusione sul secondo palo, vola Sommer a salvare i suoi

25′ st – Cross di Lang a cercare Zuber sul secondo palo, attento Lustig

23′ pt – Bella sponda di Berg in area, esce bene Sommer

22′ pt – Siamo arrivati alla metà della prima frazione senza che sia successo granchè in campo tra Svezia e Svizzera

20′ pt – Shaquiri prova ad avviare il contropiede, ma sbaglia il lancio che Olsen raccoglie con sicurezza

18′ pt – Cross di Shaquiri per Dzemaili, anticipato da Lustig di testa

16′ pt – Palla a cercare Rodríguez sulla sinistra, ma è troppo lunga e termina fuori

14′ pt – Shaquiri prova a pescare la testa di Behrami in area, palla che esce di poco

10′ pt – Si fa vedere la Svizzera ora con un bel suggerimento in profondità per Dzemaili, bravo Olsen a leggere la traiettoria

8′ pt – Ekdal! Tentativo al volo che termina alto

7′ pt – Tiene palla la Svezia che cerca il varco giusto per segnare

2′ pt – Palla messa in mezzo, ma allontana la difesa svizzera

1′ pt – Subito un punizione interessante dalla trequarti per la Svezia

1′ pt – Fischia Skomina, è iniziata Svezia-Svizzera


Svezia-Svizzera: formazioni ufficiali

Entrambi gli allenatori cambiano qualcosa rispetto alle indiscrezioni della vigilia. Nella Svezia Andersson sceglie Svennson a centrocampo, con Forsberg e Claesson sulle fasce. In attacco confermato il duo BergToivonen. Petkovic invece sceglie di non cambiare la formazione tipo e conferma Zuber come esterno sinistro, con Dzemaili trequartista e Shaquiri come esterno destro. In avanti sarà Drmic l’unica punta.

SVEZIA (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Svennson, Ekdal, Forsberg; Berg, Toivonen. All. Andersson.

SVIZZERA (4-2-3-1): Sommer; Lang, Djourou, Akanji, Rodriguez; Behrami, Xhaka; Shaqiri, Dzemaili, Zuber; Drmic. All. Petkovic.

 


Svezia-Svizzera: probabili formazioni e pre-partita

Non cambiano le proprie idee tattiche i due allenatori Petkovic e Andersson alla vigilia di un match così importante. Nella Svezia si riparte dal compatto 4-4-2 con Berg e Toivonen che comporranno il tandem offensivo. In difesa ovviamente tutto ruoterà intorno a capitan Granquivist. In casa Svizzera sono diverse le assenze. Non ci sarà Lichtsteiner, sostituito da Elvedi e mancherà anche Fabian Schar, il cui posto sarà preso da Djourou. Spazio poi per Embolo sulla destra al posto di Zuber e in avanti per Gavranovic, che agirà come punta centrale.

SVEZIA (4-4-2): Olsen; Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Hiljemark, Ekdal, Forsberg; Berg, Toivonen. All. Andersson.

SVIZZERA (4-2-3-1): Sommer; Elvedi, Djourou, Akanji, Rodriguez; Behrami, Xhaka; Shaqiri, Dzemaili, Embolo; Gavranovic. All. Petkovic.

 


Svezia-Svizzera: i precedenti del match

Diversi i precedenti tra queste due squadre. La Svezia è imbattuta nelle ultime tre partite disputate contro la Svizzera. Tuttavia dall’ultimo incontro tra le due Nazionali sono passati ben 12 anni e molte cose possono essere cambiate da allora. L’ultimo successo svizzero contro la Nazionale svedese risale addirittura al 1994 quando si imposero per 2-1 a Berna in un match di qualificazione agli Europei.

 


Svezia-Svizzera: l’arbitro del match

Sarà il 42enne sloveno Damir Skomina a dirigere la partita di San Pietroburgo tra la Svizzera e la Svezia. Skomina è un arbitro che ha maturato una grande esperienza internazionale. Nel corso di questi Mondiali in Russia ha già arbitrato due partite: Colombia-Giappone, terminata 1-2 e Inghilterra-Belgio, decisa dal gol di Januzaj.

 


Svezia-Svizzera Streaming: dove vederla in tv

Svezia-Svizzera sarà trasmessa a partire dalle ore 16 in diretta in chiaro sulle frequenze satellitari di Canale 5 (anche in HD al canale 505 del digitale terrestre) e su quelle di Mediaset Extra (canale 34 del digitale terrestre, 534 in HD) con il commento irriverente della Gialappa’s Band. Non è tutto, perché la partita sarà visibile anche in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOs, Android e Windows Mobile direttamente tramite il sito Mediaset e sulle frequenze radiofoniche di Radio 1.