Affluenze stadi: Juve, Cagliari e Pescara sul podio

70
stadio toni
© foto www.imagephotoagency.it

Affluenze, le medie casalinghe dei club di Serie A nelle prime otto giornate di campionato: ascolti tv, dominano Juventus e le milanesi

La Serie A sembra perdere sempre più appeal in quanto a fruizione del prodotto, televisivo e non. Lo rivelano alcuni dati emersi in queste prime otto giornate di Serie A riportati da Il Centro e riguarda un doppio versante nel complesso: quello degli stadi sempre più vuoti sul fronte affluenze e del calo degli ascolti televisivi.

MEDIA CASALINGA – La media occupazione degli stadi trova nel 55% del totale complessivo la percentuale che più di tutte getta ombre sulla bontà del sistema. Per ovvie ragioni, il Crotone guida la classifica rovesciata con una media del 3% avendo giocato le partite casalinghe all’Adriatico di Pescara, lontano 600 km dalla città calabrese. Al botteghino, viceversa, il trittico composto da Juventus, Cagliari e Pescara, rispettivamente con 95%, 88% e 78% guidano il podio della media affluenza, seguite dal groppone Torino (66), Inter (65), Fiorentina (64), Empoli e Genoa (62), Atalanta e Udinese (61). Più dietro troviamo Samp (52), Bologna (49), Palermo (45), Sassuolo (44), Roma (43), Chievo (39), Napoli (38), Milan (37) e Lazio (28).

ASCOLTI TV SQUADRA PER SQUADRA – Le big ‘strisciate’ dominiamo il podio degli ascolti televisivi delle prime otto giornate di Serie A: la Juventus sfonda il muro dei 12 milioni, mentre l’Inter si ferma a 10 e il Milan a 8 milioni. Di seguito, Roma, Napoli, Fiorentina nell’intorno dei 6 milioni di telespettatori. Maglia nera per Atalanta, Crotone e Genoa: tutte e tre le formazioni non hanno raggiunto lo step dei 2 milioni di telespettatori dopo le prime otto gare di serie A.

Condividi