D’Alessandro: «Sosta Atalanta? Arma a doppio taglio»

64
caldara
© foto www.imagephotoagency.it

Marco D’Alessandro si gode la sua Atalanta e aspetta il proprio turno per la definitiva esplosione nel campionato di Serie A

Di seguito le dichiarazioni rilasciate dal centrocampista offensivo dell’Atalanta, Marco D’Alessandro, cresciuto nel settore giovanile della Roma e consacratosi in Serie A con la maglia della formazione orobica: «Vorrei trovare più spazio, ma la forza di questa squadra è un gruppo unito. Gagliardini, che con il Napoli ha sostituito Kessie ha fatto grandi cose. L’ho visto crescere, sta migliorando in maniera esponenziale e ha giocato partite incredibili. Gagliardini si è meritato la convocazione, sono contento, l’ho subito chiamato e lui era incredulo» le dichiarazioni di D’Alessandro ai microfoni de L’Eco di Bergamo.
LE DICHIARAZIONI – Prosegue D’Alessandro: «Roma? Lì sono cresciuto, resto legato a quella realtà: la Roma mi ha dato un’educazione, Roma è la città in cui tornerò a vivere a fine carriera. Seguo sempre con simpatia la squadra, ma se la batto è una soddisfazione. Sosta? Un’arma a doppio taglio: in tanti se ne sono andati per le Nazionali, dovremo tenere alta la concentrazione. Europa? Anche a noi è venuto questo pensiero, ma dobbiamo tenere i piedi per terra, ricordandoci bene cosa ci è successo nel campionato scorso».

Condividi