Croce: «Che ricordi a Pescara, ora però solo Empoli»

29
© foto www.imagephotoagency.it

Daniele Croce lancia l’Empoli, uno dei leader dello spogliatoio azzurro parla prima della delicata trasferta di Pescara in Serie A: «Se segno esulto»

Un tempo era uno dei beniamini del Pescara, ora Daniele Croce lo affronterà in Serie A con il suo Empoli in una sfida salvezza che in molti danno già come decisiva. Lo stesso Croce ha presentato la partita e ha parlato del suo passato e del suo presente: «Per me la gara con il Pescara ha un sapore particolare, mi fa piacere affrontate una squadra che è una parte di me. Ho esordito lì e ho molti ricordi, ma ora penso solo all’Empoli. Loro hanno giocatori un buon calcio in Serie B e vogliono farlo pure in Serie A. Non sono in un momento positivo ma sul campo sanno come muoversi».

SE SEGNO ESULTO – Sempre Croce ha aggiunto: «Noi arriviamo con qualcosa in più a livello emotivo perché veniamo da una bella prestazione e da un buon risultato contro una squadra forte. Da questo dobbiamo ripartire e dobbiamo pensare pure a migliorare sotto molti punti di vista. Non dovremo abbassare la concentrazione. Abbiamo ripreso consapevolezza in noi stessi e nei nostri mezzi. So che a Pescara una parte di stadio sarà solo per me visto che la mia famiglia è di quelle parti. Mi fa piacere ma penserò solo all’Empoli. Se segnassi forse esulterei, per rispetto ai miei tifosi».

Condividi