Inter, Ausilio: «Il prossimo tecnico deve conoscere la Serie A»

284
inter
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, a pochi minuti dal match di Europa League contro il Southampton

Piero Ausilio, direttore sportivo dell’Inter, ha parlato ai microfoni a pochi minuti dall’inizio della partita di Europa League contro il Southampton. L’argomento principale non poteva che riguardare la scelta del nuovo allenatore: «De Boer è un grande professionista, una persona che ci ha messo davvero tutto, ma il suo progetto richiedeva altri tempi. Poi i risultati sono quelli che pesano di più e un’Inter che perde così tante partite non va bene. Come sta Vecchi? E’ molto tranquillo, è bravo e soprattutto è interista e in questo caso non guasta, perché bisogna giocare partite del genere con grande cuore. Gli è stato dato questo incarico, ma non è detto che questa parentesi si concluda domenica».
AUSILIO CONTINUA«Domani faremo delle valutazioni sui probabili allenatore e anche su vecchi, lo faremo tutti insieme, perché al contrario delle voci che circolano, questa è una società dove si lavora in gruppo. Parlare di casting mi sembra eccessivo, ma stiamo valutando i profili migliori. Ci sono tanti italiano, ma anche stranieri, compreso Vecchi. Domani vedrò la proprietà e programmeremo degli incontri. Vogliamo un bravo allenatore, che conosce il calciato che incontrerà, ma non dev’essere per forza italiano. Simeone? Non lavoro sulle percezioni, ma sul presente e non posso valutare un tecnico sotto contratto con un’altra squadra». 

 

Condividi