Agnelli, Perez e Bartomeu uniti contro il razzismo

agnelli
© foto www.imagephotoagency.it

Agnelli, Perez e Bartomeu lanciano il progetto “Colour? What colour'” contro il razzismo

No al razzismo nel calcio, in ogni sua forma. Questo lo slogan del presidente della Juventus Andrea Agnelli che ieri insieme al presidente del Barcellona Bartomeu e a quello del Real Madrid Perez ha presentato il progetto “Colour? What colour?” in collaborazione con l’Unesco in Spagna. Come riporta il Corriere dello Sport i presidenti di tre tra i più grandi club europei si sono uniti per avviare questo progetto volto ad estirpare il razzismo nel mondo del calcio. Dopo il lancio a Torino del progetto “Gioca con me” che ha riscosso notevole successo adesso il club si impegna in questa nuova iniziativa: «I top club europei devono favorire l’integrazione ed essere un esempio per tutti. Abbiamo il compito non facile di educare i tifosi e di far avvicinare i bambini allo sport in modo sano, il calcio aiuta in questo perchè insegna valori come la solidarietà e il rispetto». Queste le parole del patron dei bianconeri in un giorno speciale, il 24 gennaio infatti ricorre l’anniversario della scomparsa di Giovanni Agnelli che suo nipote ricorda come: «Un uomo che amava la Juve, il calcio e il bel gioco. Una delle figure più importanti della nostra storia». Anche il presidente del Barcellona Bartomeu ci ha tenuto a dire la sua su questo nuovo progetto: «Prima di tutto dobbiamo riconoscere l’esistenza di un problema, passare all’educazione e promuovere i valori dello sport. Infine deve esserci tolleranza zero». Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente del Real Perez: «I violenti sono la vergogna del calcio, è arrivato il momento di usare questa forza per espellerli».