Allegri: «Juventus – Atalanta: vogliamo la TIM Cup»

Allegri: «Juventus – Atalanta: vogliamo la TIM Cup»
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Allegri in conferenza prima di Juventus – Atalanta: «Dybala e Rincon giocheranno, Pjaca farà uno spezzone. Evra? Con lui il rapporto è ottimo»

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, in sala stampa per presentare l’ottavo di finale di Coppa Italia contro l’Atalanta: «Domani in Juventus – Atalanta di TIM Cup andrà in campo la miglior formazione senza grandissimo turnover. In difesa siamo contati. Dybala ha bisogno di giocare per ritrovare continuità, sicuramente Marko Pjaca farà uno spezzone di partita. Pjaca ha delle potenzialità straordinarie, sarà un grande “acquisto” di gennaio. Rincon potrebbe giocare dal primo minuto, Sturaro è un po’ influenzato: vedrò chi avrò a disposizione. Domani entriamo nella TIM Cup con un obiettivo, quello di arrivare fino in fondo a questa competizione. L’Atalanta gioca bene e dobbiamo affrontarla nel modo giusto. Gasperini sa come far crescere i giovani e l’Atalanta ha una struttura importante a livello di vivaio».
LE DICHIARAZIONI DI ALLEGRI SUL CALCIOMERCATO – Allegri prosegue, con un occhio rivolto al mercato di gennaio e a quello futuro: «Evra si è preso del tempo per fare delle riflessioni: con lui il rapporto è ottimo. Gli acquisti servono se migliorano il livello tecnico, se no meglio dare chance ai ragazzi della Primavera. Io alleno la Juventus, e alla Juventus sto benissimo. Noi allenatori siamo professionisti: l’importante è lavorare con serietà e rispetto verso società e tifosi». Si torna sulla gara di domani: «Lichtsteiner giocherà sicuramente considerando la squalifica in campionato. Asamoah ha fatto una bella partita contro il Bologna: per quanto riguarda il modulo di domani, si potrebbe giocare con Cuadrado nei tre davanti o con il trequartista. Dani Alves oggi ha i controlli, poi eventualmente riprenderà ad allenarsi e valuteremo tempi di recupero. Tutti i giocatori, quando escono, devono stare sereni e avere grande rispetto di chi entra. Mandzukic  è in un’ottima condizione: sia lui che Higuain sono valori importanti per la squadra».