Atalanta-Fiorentina tra commozione e fatalità: vincerà il ricordo di Astori

Atalanta-Fiorentina tra commozione e fatalità: vincerà il ricordo di Astori
© foto www.imagephotoagency.it

La Fiorentina scende in campo a un anno dalla morte di Astori contro l’Atalanta, proprio a pochi passi da dove l’ex capitano viola era nato: pronto il tributo in suo onore

Da quel maledetto 4 marzo 2018 non sembra passato tanto tempo: oggi alle 18 la Fiorentina scenderà in campo contro l’Atalanta stretta nel ricordo del suo capitano Davide Astori, scomparso improvvisamente in un albergo ad Udine per un malore cardiaco esattamente un anno fa. I viola si apprestano a ricordare il difensore in una partita che sarà ricchissima di carico emotivo ed anche di fatalità: Astori era infatti nativo proprio della provincia di Bergamo, dove giocherà la Fiorentina stasera, per la precisione di San Giovanni Bianco, ed attualmente riposa nel cimitero di San Pellegrino Terme, a non più di venti minuti di auto dallo stadio Atleti Azzurri d’Italia dove la squadra di Stefano Pioli è attesa tra qualche ora.

A ricordare Astori, oltre allo stesso Pioli ieri in conferenza, ci ha pensato stamane anche l’attuale capitano viola, fermo ai box per infortunio, German Pezzella, a La Gazzetta dello Sport: «Nei momenti di difficoltà, la tranquillità di Davide nell’affrontarli è stata fondamentale per noi e quest’anno, quando abbiamo avuto dei problemi, ci è capitato di pensare: “Se ci fosse lui sarebbe tutto più facile”. Ma la sua maglia è sempre nel nostro spogliatoio, sappiamo che lui da lassù ci spinge. E a noi tocca portare avanti i valori che ci ha insegnato». Su tutti i campi da gioco di questa giornata al minuto 13 (il numero di maglia di Astori) apparirà la foto del difensore sui maxi-schermi per tredici secondi accompagnata dalla voce dello speaker che inviterà il pubblico a tribuare un applauso.