Barça su Coutinho, ma il Liverpool comunica: «Resterà un nostro calciatore»

inter - coutinho
© foto www.imagephotoagency.it

Il comunicato del Liverpool chiude le porte al trasferimento di Coutinho al Barcellona

Sul sito ufficiale dei Reds è apparso un comunicato per chiarire la posizione del club in riferimento alle voci di mercato su Coutinho: «Ci auguriamo di offrire chiarezza riguardo la nostra posizione sul possibile trasferimento di Philippe Coutinho. La decisione definitiva del club è che nessuna offerta per Coutinho verrà presa in considerazione e rimarrà un calciatore del Liverpool Football Club alla chiusura del mercato».

Ancora ferito dall’affare Neymar, il Barcellona vuole riaffermarsi sul mercato: pressioni per avere Coutinho dal Liverpool e Dembelé dal BVB – 11 agosto, ore 8.35

Il Barcellona è pieno di soldi e ha una grande voglia di spenderli. Ha individuato i suoi obiettivi solo che tutti sanno che è pieno di soldi e vogliono fargliene spendere il più possibile. Il fatto di aver perso Neymar incassando 222 milioni sta stravolgendo il mercato, soprattutto quello blaugrana, come riporta “La Gazzetta dello Sport”.

COUTINHO NO, DEMBÉLÉ FORSE –  Il Barça ha individuato in Philippe Coutinho e Ousmane Dembélé i suoi obiettivi prioritari solo che, in assenza di clausole rescissorie, Liverpool e Borussia Dortmund hanno alzato barriere che hanno già superato i 100 milioni di euro. «Non abbiamo bisogno di vendere, non c’è prezzo per Coutinho» ha detto ieri Jurgen Klopp commentando il «No» del Liverpool ai 100 milioni offerti dai catalani per il suo brasiliano. Coutinho se ne andrebbe, i Reds non vogliono mollarlo. L’asticella dell’offerta è salita a 120 milioni. Intanto sempre ieri il Barcellona ha bissato anche col no del Borussia Dortmund, che in un comunicato ufficiale ha dichiarato di aver rifiutato una prima offerta blaugrana per Dembélé giudicandola non all’altezza delle «Straordinarie qualità calcistiche del giocatore e non corrisponde all’attuale situazione del mercato dei calciatori in Europa». Il Borussia ha poi emesso un secondo comunicato nel quale annunciava una multa per Dembélé e la sua sospensione fino a lunedì. Il motivo? L’assenza ingiustificata dall’allenamento del giovane francese. Il tutto con voci che s’inseguivano dando Dembélé in volo per Barcellona e il possibile interesse del Madrid. Ousmane vuole cambiare aria ancor più di Coutinho e il Borussia come il Liverpool resiste, ma probabilmente se il Barça porterà la sua offerta a livelli assurdamente alti avrà il giocatore.

GUERRA APERTA – E siccome i guai non arrivano mai soli, al Barça hanno ancora apertissimo il fronte Neymar, tra ripicche, liti e lentezze varie. I catalani non hanno ancora potuto incassare l’assegno da 222 milioni che i legali di Neymar hanno depositato in Liga la scorsa settimana. Da Parigi si citano tempi tecnici ma c’è qualcosa di più perché le banche hanno il dovere di verificare la provenienza di qualsiasi cifra, figuriamoci nel caso di una sommetta del genere. Niente denaro, niente transfer: il cartellino di Neymar non è ancora volato da Madrid a Parigi e quindi non si sa il brasiliano potrà debuttare domenica a Guingamp. Dal l’entourage di Neymar intanto hanno fatto sapere di aver denunciato il Barcellona alla Fifa per il mancato pagamento a Neymar Senior dei 26 milioni di euro pattuiti al momento del rinnovo del figliolo, nell’autunno scorso. Il Barça prima ha depositato l’assegno da un notaio e poi se l’è ripreso, sostenendo che Neymar Senior non ha rispettato i patti. Le schermaglie legali sembrano solo all’inizio. Al Barça preme di più chiudere con qualche giocatore, cosa non facile.