A tutto Benatia: «Voglio vincere tutto. Bel gioco? Non conta: questa è la giusta mentalità»

benatia
© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore della Juventus, Benatia, ha parlato della corsa Scudetto, delle sua esperienza in bianconero e di molto altro

Il Marocco si sta allenando in questi giorno a Vinovo e Medhi Benatia, difensore simbolo della nazionale marocchina di proprietà della Juve, ha parlato a Tuttosport raccontando la tristezza di Buffon, Barzagli, Chiellini e gli altri dopo l’eliminazione dall’Italia con la Svezia. Il centrale ha ringraziato la Juve per aver aperto le porte di Vinovo al suo Marocco e ha poi elogiato la Vecchia Signora: «Qui c’è una mentalità diversa rispetto alle altre Square in cui ho giocato. All’inizio è tutto in salita perché c’è tanto sacrificio, bisogna dare il 110% tutti i giorni ma ora mi trovo bene. Alla Juve non ti chiedono di essere bello, di fare le giocate, ma di vincere, questa è la mentalità che ho cercato di trasferire anche nel mio Marocco».

Il difensore ha poi affrontato l’argomento Champions. I bianconeri dovranno vedersela con il Real Madrid ai quarti di finale: «Sarà la prima volta per me al Bernabeu. Ad Hakimi, che gioca nel Real, ho ricordato che siamo diversi rispetto all’anno scorso. Lui è un astro nascente: non arrivi al Real a 20 anni se non hai talento». Chiosa sulla corsa Scudetto: «Vincere tutto è uno stimolo, ci proveremo, e poi penseremo al Mondiale. Ora sono concentrato sul club perché se voglio fare un buon Mondiale il tutto passa attraverso la Juve. La priorità resta lo Scudetto, poi la Champions, nostro sogno e di tutti i nostri tifosi».