Benevento, De Zerbi si presenta: «Io credo nella salvezza ma dobbiamo tirare fuori gli attributi» 

Benevento, De Zerbi si presenta: «Io credo nella salvezza ma dobbiamo tirare fuori gli attributi»
© foto www.imagephotoagency.it

Nonostante l’accoglienza non proprio appassionata, De Zerbi crede nella salvezza del Benevento ma pretende che i suoi giocatori tirino fuori gli attributi

Quella del Benevento in Serie A, finora, purtroppo, è stata una favola tutt’altro da ricordare: nove sconfitte su nove partite giocate, 22 gol subiti e solo 2 realizzati, un gol ogni 405 minuti e “regina” dal peggior rendimento dell’intero continente, almeno dei campionati maggiori. Una situazione deflagrata ieri con la decisione del definitivo allontanamento di Baroni e la scelta di ingaggiare De Zerbi come suo sostituto. Una scelta che ha mandato su tutte le furie una parte della tifoseria beneventana, come già accennato nella serata di ieri.

Oggi, però, la squadra si è riunita proprio sotto la sua guida e ha iniziato a lavorare in vista della trasferta imminente di Cagliari. In conferenza stampa, il tecnico ha detto la sua sul difficile momento che sta attraversando la squadra: «Io ci credo ed è per questo che ho accettato l’incarico, accettando la proposta del Presidente Vigorito: la salvezza è ancora possibile.Tutti dobbiamo fare del nostro meglio e dare tutto il possibile, senza risparmiarci.  Non faccio promesse, posso solo dire ai tifosi che, in questa avventura, metterò tutto l’impegno. Ho già in mente qualcosa, so cosa potrei cambiare; è un gruppo che conosco, allenato finora da un bravo allenatore».