Juventus: riflettori su Moise Kean, il nuovo Balotelli tra rinnovo e… Raiola

Juventus: riflettori su Moise Kean, il nuovo Balotelli tra rinnovo e… Raiola
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la doppietta all’Udinese, Moise Kean si prende la scena in casa Juventus: bianconeri al lavoro con l’agente del giovane attacante per il rinnovo e un ruolo da protagonista

Messo da parte ogni timore, Moise Kean non ha fallito la prima vera grande occasione che Massimiliano Allegri gli ha concesso e segnando due gol ieri all’Udinese ha nuovamente iscritto il suo nome nel libro dei record. L’attaccante della Juventus, 19 anni appena compiuto (il 28 febbraio), si lancia adesso, al pari di Nicolò Zaniolo in casa Roma, come uno dei possibili predestinati per il futuro dell’Italia: nato a Vercelli da genitori ivoriani, per caratteristiche tecniche, aspetto ed altre analogie, Kean ricorda molto da vicino il primo Mario Balotelli. Qualche anno fa, quando era ancora nella Primavera bianconera, esibì dopo un gol la maglia con la scritta “Why always me?”, esattamente come Super Mario aveva fatto qualche anno prima ai tempi del Manchester City: corsi e ricorsi storici.

In comune con Balotelli Kean ha anche il procuratore, Mino Raiola: da mesi la Juventus tratta il rinnovo del contratto (in scadenza nel giugno 2020) da 550mila euro netti a stagione. Raiola punta ovviamente ad un netto aumento dell’ingaggio, ma prima di tutto a rendere Moise un vero e proprio punto fermo della Juve del futuro: in estate e a gennaio richieste di mercato per lui non ne sono mancate, ma i bianconeri hanno sempre e comunque resistito in ogni modo. Per Allegri Kean è un talento grezzo che ha ancora parecchio da migliorare in molti aspetti di gioco, per la società è potenzialmente un craque mondiale da copertina destinato a prendere gradualmente il posto di Mario Mandzukic in attacco. Intanto c’è chi invoca già il suo nome tra i titolari martedì contro l’Atletico Madrid nel ritorno decisivo degli ottavi di Champions League: è ancora troppo presto?