Axel Witsel, caratteristiche tecniche del centrale obiettivo della Juventus

Axel Witsel, caratteristiche tecniche del centrale obiettivo della Juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Axel Witsel, caratteristiche tecniche, ruolo e posizione del centrocampista dello Zenit San Pietroburgo obiettivo di calciomercato di Juventus, Roma e Milan

Chi è Axel Witsel? Ritorna prepotente il suo nome come in ogni sessione di calciomercato. Axel Witsel, centrocampista di nazionalità belga e origini martinicane, classe ’89, in forza allo Zenit San Pietroburgo, potrebbe infatti lasciare la Russian Premier League per accasarsi in Serie A. Non solo JuventusMilan, infatti, il cui interesse è datato da parecchie stagioni, ma anche la Roma sembra averci fatto più di una riflessione. Per le sue caratteristiche tecniche Axel Witsel riesce ad essere impiegato in più di un singolo ruolo e la sua duttilità diventa un aspetto importante per il proprio allenatore. Axel Witsel muove i primi passi nel calcio professionistico nel club belga del Visé e cresce nelle giovanili dello Standard Liegi dove fa il suo esordio in Jupiler League a 17 anni nel 2006 e ci resta fino al 2011, con 192 presenze, 44 reti, due campionati, due Supercoppe e una Coppa di Belgio. Nel 2011 i portoghesi del Benfica si rendono conto delle sue ottime qualità e investono 13.5 milioni di euro per averlo in squadra. Il belga Axel Witsel gioca in Portogallo una sola stagione e vince il titolo con 52 presenze e 5 gol. Nell’estate del 2012 arriva lo Zenit San Pietroburgo, allenato dal suo mentore Spalletti, che paga la clausola rescissoria di 40 milioni di euro e lo porta in Russia. In 4 stagioni, Axel Witsel vince un campionato, una Supercoppa e una Coppa di Russia con 141 presenze e 19 reti. Al 1° giugno 2016 il valore di Axel Witsel si aggirava attorno ai 23 milioni di euro, mentre il valore più alto è stato di 35 milioni di euro. Nel 2006, con la nazionale giovanile partecipa al Campionato Europeo Under 17 e al Campionato Europeo Under 21 del 2007. Il 26 marzo 2008 debutta in Nazionale maggiore in una amichevole contro il Marocco. Axel Witsel è nato il 12 gennaio 1989 a Liegi in Belgio. Suo padre Thierry, originario della Martinica, è un ex calciatore e un allenatore di calcio.

Axel Witsel Juventus: obiettivo bianconero

Beppe Marotta ha provato più volte a portare Axel Witsel in bianconero. Tra la Juventus e Axel Witsel il matrimonio forse si farà, a gennaio o a giugno 2017. Nonostante tutte le difficoltà, l’impressione è che la Juve possa prendere il belga già nella prossima sessione di calciomercato dato che ha un fattore in più rispetto ai concorrenti Steven N’Zonzi e Corentin Tolisso. Witsel infatti ha giocato solo in Europa League quest’anno, perciò può giocare in Champions League dagli ottavi in poi. La Juventus tiene molto in considerazione questo elemento, se poi si va a sommare al costo piuttosto contenuto dell’ex del Benfica, ecco il quadro perfetto per l’affare bianconero. La Vecchia Signora ha scelto e alzerà l’offerta arrivando fino a sette milioni di euro per il centrocampista, che a gennaio costerà ovviamente meno dato che è in scadenza di contratto con i russi. Qualora lo Zenit non dovesse accettare le richieste bianconere allora la Juve non farebbe una grinza e aspetterebbe l’estate, quando il team di San Pietroburgo potrebbe non incassare nemmeno un centesimo dalla partenza del centrocampista. Axel witsel è stato ad un passo dal vestire la maglia della Juventus nella scorsa sessione di calciomercato, tuttavia, il suo trasferimento non si concretizzò nei minuti finali della sessione per i bianconeri. A novembre 2016 il belga ha dichiarato: «E’ sempre bello sentire che un club blasonato come la Juventus non molli su di me.  Adesso non mi sto chiedendo se ciò accadrà a gennaio o a giugno, sono concentrato nel giocare le mie partite e vedremo cosa accadrà molto presto. Trasferimento alla Juventus? Sì, ma non so quando».

Axel Witsel Ruolo e Posizione

Axel Witsel è un centrale di centrocampo che ben si presta all’utilizzo di diversi moduli e, considerando le sue qualità naturali e fisiche, ne fanno un elemento imprescindibile per ogni allenatore che possa utilizzare a pieno la sua duttilità in mezzo al campo. Il suo ruolo naturale è quello di centrocampista centrale, tuttavia può adattarsi sia nel vertice basso con il ruolo di mediano o giocare venti metri più in avanti nella posizione di trequartista. Avere in rosa uno come Axel Witsel è un upgrade anche e sopratutto per l’imprevedibilità di soluzioni tattiche che possano essere utilizzare dal proprio allenatore. E talvolta, è stato impiegato anche da esterno offensivo di fascia destra in un 4-2-3-1 offensivo: Axel Witsel è il prototipo del nuovo tipo di centrocampista moderno che si affaccia nel panorama europeo.

Axel Witsel Caratteristiche tecniche

Centrocampista dotato di un’ottima visione di gioco, combinando le qualità tecniche con le doti fisiche naturali, essendo alto 186 cm per 81 kg, rendendolo così un centrocampista in grado di combinare forza fisica e palleggio. Abbina giocate di qualità a tanta quantità. Proprio queste sue doti si traducono al meglio nel ruolo di centrocampista centrale, proprio per la notevole fisicità a protezione della palla e per gli ottimi tempi di gestione della stessa. E’ capace di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo: mediano, mezzala, esterno offensivo e trequartista. Axel Witsel vanta una notevole eleganza nei movimenti in campo ma la vera qualità di Witsel è quella di correre il meno possibile facendo correre possibilmente la testa e gli avversari. Una sorta di Vieira 2.0, un mediano dai piedi di velluto: considerando la sua giovane età, c’è ancora diverso margine di crescita per il potenziale mostrato dal belga che in un eventuale approdo ad un top club europeo potrebbe raggiungere la definitiva maturazione e consacrazione. Il prossimo passo è trasformarsi in un vero uomo squadra ma per farlo deve crescere nell’imposizione del fisico e nel carisma. Affacciatosi al calcio europeo con lo Standard Liegi, Axel Witsel è esploso negli anni in Portogallo, con la maglia del Benfica, che ne hanno fatto schizzare il valore alle stelle prima dell’acquisto da parte dello Zenit San Pietroburgo.

Axel Witsel Roma: l’intesa con Spalletti

In casa Roma c’è già un belga che fa letteralmente impazzire i propri tifosi per la garra messa in campo in ogni partita: Radja Nainggolan, arrivato dal Cagliari tre stagioni or sono. Chissà che dalla prossima stagione Spalletti possa impiegare una mediana tutta belga, con Nainggolan e Witsel nel 4-2-3-1 giallorosso. Sempre che, tuttavia, Axel Witsel non arrivi proprio in luogo di una cessione dello stesso Nainggolan: la Roma, infatti, rischia di dover sacrificare il suo gioiello di centrocampo Nainggolan richiesto espressamente dal Chelsea, dopo aver ceduto Miralem Pjanic alla Juventus. Ecco che il nome di Axel Witsel per la Roma si è fatto sempre più insistente: Spalletti lo ha avuto già ai tempi dell’esperienza di San Pietroburgo e la Roma cerca di approfittarne con lo Zenit, visto che il calciatore ha un contratto in scadenza nel 2017. E, nell’affare con i russi, potrebbe rientrarci il gioiellino Leo Paredes, appena rientrato dall’anno di apprendistato con l’Empoli.

Axel Witsel Milan: l’interesse rossonero

Axel Witsel è un pallino di tante squadre italiane, ma se vi fosse una griglia di partenza metteremmo sicuramente il Milan in pole position per quel che riguarda l’aspetto cronologico. Sin dai tempi di “Mister X”, il nome di Axel Witsel, all’epoca ancora al Benfica, è sempre stato tra i papabili acquisti del Milan, tuttavia mai concretizzatosi anche in virtù della maxi-cifra ricevuta dal Benfica per cederlo allo Zenit San Pietroburgo. Il nome di Axel Witsel, inoltre, era stato anche molto caldo in sede rossonera nelle ultime ore della scorsa sessione di calciomercato. Lo aveva confermato anche l’intermediario per l’Italia di Witsel: «Il Milan aveva provato a prenderlo, ma nelle ultime ore di mercato. Bisogna vedere chi ha intenzioni vere e serie», svelando anche come in Italia si siano fatti «solo dei sondaggi per Axel Witsel, offerte non ne sono mai state presentate». Ma la prossima finestra di calciomercato potrebbe essere quella buona per l’arrivo di Axel Witsel in Italia. Vedremo se sarà in rossonero.

Axel Witsel e lo Zenit San Pietroburgo

Acquistato il 3 settembre 2012 dall’allora tecnico Luciano Spalletti al costo di 40 milioni di euro, Axel Witsel ha vinto praticamente tutto ciò che c’era da vincere in Russia. Ha alzato il titolo di Russian Premier League, la Coppa Russa e la Supercoppa Russa: la sensazione è che dopo quattro anni nella Grande Madre si sia concluso un ciclo, ma si aprirà un nuovo percorso nella carriera professionale del centrocampista belga. Del resto, lo stesso Witsel, era stato abbastanza chiaro nei mesi scorsi: «La società ne è a conoscenza, dopo l’Europeo voglio misurarmi con un campionato più competitivo». Per farlo, però, servirà un club che abbia intenzione di investire davvero sul suo cartellino e, nonostante il contratto in scadenza nel 2017, la clausola rescissoria di 40 milioni di euro di Axel Witsel non è affatto un ostacolo insormontabile ma tuttavia può limitare e di molto il deprezzamento del cartellino.

Axel Witsel su Instagram

Da buon calciatore che si rispetti, anche Axel Witsel è un addicted dei social network e non lesina svelare un po’ della propria vita privata fuori dal campo attraverso le foto postate con certosina puntualità sulla propria pagina Instagram. C’è un po’ di tutto, in primis immagini della propria famiglia ma non mancano le curiosità, dall’impegno nel sociale alle uscite con i compagni di squadra, foto ufficiali di match appena conclusi o viaggi col treno in trasferta per affrontare nuove sfide stagionali, senza dimenticare il ritorno nell’amato Belgio quando è tempo di convocazioni per la Nazionale.

Axel Witsel, la moglie Rafaella Szabo

Se Axel Witsel pare essere sul mercato, non si può certo dire lo stesso per Rafaella Szabo, avvenente moglie del centrocampista belga di origini martinicane dagli occhi chiari. La loro storia d’amore è frutto di un lieto fine dopo un lungo periodo di pausa: l’ex centrocampista del Benfica, infatti, nel 2012 aveva lasciato la bella Rafaella Szabo prendendosi una cotta per la modella capoverdiana Analicia Chaves, lasciando così la fidanzata per una nuova avventura. Chiusasi però col passare dei mesi, Witsel è tornato dalla sua Rafaella che lo ha perdonato prima di ricominciare e giungere a nozze. Pare che i tifosi italiani abbiano dato l’ultimo benestare all’acquisto dopo aver visto le foto di lady Witsel.

rafaella szabo moglie witsel
Rafaella Szabo, la bellissima moglie di Axel Witsel

Axel Witsel VIDEO