Chi sono i protagonisti del terzo scudetto del Napoli - Calcio News 24
Connettiti con noi

News

Chi sono i protagonisti del terzo scudetto del Napoli

Pubblicato

su

Il Napoli ha finalmente coronato il sogno di tantissimi tifosi azzurri che, dopo 33 anni, attendevano con grande ansia l’arrivo del terzo scudetto.

Si tratta di un traguardo super meritato per gli azzurri che hanno letteralmente dominato, fin dall’inizio, il campionato portando a casa punti su punti. È stata certamente una grandissima sorpresa in quanto moltissimi consideravano il Napoli di Spalletti come una squadra da metà classifica e non di certo da primo posto. Questo anche a causa dell’addio di diversi volti noti della società come Insigne, Mertens e altri campioni. Nonostante tutto, il Napoli non ha mai abbassato la testa ed è riuscito a portare a casa una grande vittoria, cosa che in molti consideravano una vera e propria impresa da quando Maradona ha detto addio agli azzurri.

I protagonisti assoluti del terzo scudetto

Il calcio è lo sport di gruppo per eccellenza, a vincere i trofei, infatti, non sono i singoli giocatori ma tutta la squadra. Tuttavia, è innegabile che quest’anno nel Napoli alcuni giocatori si sono messi in risalto rispetto ad altri e hanno condotto la società verso questo traguardo importante non solo per la squadra ma per l’intera città. Tra i protagonisti assoluti della stagione 2022/2023 possiamo certamente citare il presidente Aurelio De Laurentiis il quale ha avuto il coraggio di dire addio a dei pilastri del club e di affidarsi alla lungimiranza del DS Cristiano Giuntoli il quale è riuscito a fare acquisti importantissimi senza far spendere un capitale spropositato al club azzurro.

Viktor Osimhen

Uno dei protagonisti dell’impresa che ha consentito al club partenopeo di portare a casa la vittoria è sicuramente Viktor Osimhen, capocannoniere della Serie A. In molti lo hanno definito, compreso Alessandro Renica in occasione dell’intervista con Express VPN, come il nuovo simbolo del Napoli. Osimhen ha mostrato fin da subito il suo grande valore in campo partita dopo partita, ed è riuscito a dimostrare di essere un bomber fenomenale e un vero trascinatore. Il suo talento l’ha reso uno dei protagonisti assoluti del campionato italiano e una sorta di idolo per i napoletani: ovunque, nei vicoli di Napoli, si vedono ancora oggi negozi e stand che vendono la sua iconica mascherina. Ed ancora panini, gelati, torte, e addirittura sushi e altre prelibatezze gastronomiche realizzate dai locali di Napoli e provincia in suo onore. Ma perché l’attaccante nigeriano è solito indossare questo accessorio? Diversamente da come si potrebbe pensare, non si tratta di un accessorio indossato per fare tendenza, il calciatore ha subito un importante infortunio nel 2021, a causa di uno scontro con il difensore nerazzurro del Milan Skriniar. Lo slovacco ha colpito lo zigomo del giocatore del Napoli, e l’impatto ha provocato fratture ossee: a seguito dell’operazione i medici gli hanno consigliato di indossare questo dispositivo protettivo, realizzato in carbonio al fine di prevenire ulteriori problemi legati all’infortunio subito.

Khvicha Kvaratskhelia

Un altro personaggio chiave nella grande vittoria napoletana è stato Khvicha Kvaratskhelia, definito dagli esperti quasi un animale mitologico che ha saputo conquistare non solo la serie A ma anche tutti i napoletani che ormai lo amano. La sua ascesa, infatti, è stata unica nel suo genere: è partito dal campionato russo quasi in sordina, e poi si è imposto con prepotenza in Italia dove è riuscito a stregare tutti con il suo talento e la sua estrema umiltà. Nel 2018, Kvara era stato inserito nella lista dei 60 migliori sedicenni al mondo del Guardian e molti club stranieri sembrano interessati al preziosissimo talento azzurro anche se, almeno per ora, il destino di Kvara sembra essere legato a quello del Napoli. Per tutto il girone di andata il giocatore ha saputo contrastare con destrezza gli avversari, anche grazie ad Osimhen, fino a spingere gli altri allenatori ad adottare valide contromisure come le marcature raddoppiate. Khvicha, però, ha saputo rispondere anche a questo, conducendo sempre il pallone in velocità da un’area all’altra. Tutte qualità che gli hanno permesso non solo di vincere il titolo di miglior giocatore del campionato italiano, ma anche di vedere il suo contratto rinnovato con un prezioso aumento. Aurelio De Laurentiis e l’agente del calciatore, presto metteranno nero su bianco un accordo pari a 3 milioni di euro a stagione fino al 2028.