Chievo-Milan, il ds clivense Romairone attacca la direzione arbitrale: «Ora basta, siamo stanchi»

Chievo-Milan, il ds clivense Romairone attacca la direzione arbitrale: «Ora basta, siamo stanchi»
© foto AC Chievo Verona

Ecco il duro sfogo del ds del Chievo, Romairone, che ha contestato l’operato del direttore di gara

Alcuni episodi arbitrali controversi non sono andati giù al direttore sportivo del Chievo, Giancalro Romairone, che ai microfoni di Sky Sport ha attaccato duramente l’operato arbitrale soprattutto sulla gestione del VAR: «Non è possibile che ogni settimana stiamo a commentare un episodio, oggi c’è stata una barriera a 13 metri anziché a 9 metri, sul secondo gol c’era un fuorigioco e un fallo. Fateci perdere serenamente le nostre partite. Ogni volta facciamo legislatura sul VAR e siamo stanchi. Non c’è bisogno del VAR per episodi che appaiono chiari. Ora basta, mancano 11 partite».

Il ds del Chievo ha stigmatizzato anche lo scoramento dei giocatori clivensi che si sentono defraudati e demoralizzati non solo per la classifica ma anche per il trattamento riservato dalla classe arbitrale: «Ogni giorno dobbiamo lavorare e cercare di finire una stagione maledetta, da domani io e Di Carlo dobbiamo tirare su il morale alla squadra. Possiamo accettare di perdere perché siamo scarsi, ma non per altre dinamiche. In genere parlo con gli arbitri di queste cose ma stavolta vado davanti alle tv perché ho finito le parole ».