Chievo, Murgita il vice-Di Carlo: “E’ come tornare a casa”

© foto www.imagephotoagency.it

Non c’era il giorno della presentazione del mister, ma come nel 2008/09 e nel 2009/10, sarà  Roberto Murgita il ‘secondo’ di Mimmo Di Carlo. Gli abbiamo chiesto che effetto fa tornare al Chievo: “Ringrazio il presidente e tutta la società . Tornare a Verona è per noi come tornare a casa. Se siamo ancora qui significa che abbiamo fatto qualcosa di buono in passato. Sentiamo un senso di responsabilità  nei confronti di questa società , che ci ha dato fiducia per la seconda volta, e di questo gruppo, che in parte già  conosciamo. Dovremo essere bravi a riconfermarci, dare nuovi stimoli affermando le nostre idee trovando il riscontro del gruppo”.
Il mister ha detto che, nonostante si tratti di un ritorno, ripartirà  da zero. Sei d’accordo? “Assolutamente sì. Ogni anno è una ripartenza. E’ vero, hai il vantaggio di conoscere l’ambiente, la tifoseria, il clima che si respira ma il Chievo, la squadra, nel frattempo ha fatto un altro percorso, in un certo senso si è trasformata. Dovremo essere in grado di trasferire le nostre motivazioni e i nostri obiettivi ai ragazzi, che a loro volta dovranno metterli in pratica sul campo”.
Consideri questo Di Carlo bis un possibile rilancio personale? “Sì, ma rappresenta anche una sfida difficile da vincere. Ti devi ripresentare ad un gruppo e centrare qualcosa di importante”.
L’esperienza alla Sampdoria. Quanto ti ha cambiato il periodo genovese? “Un’esperienza forte. In un club dalle ambizioni, storia e affetto sportivo importante. Da allenatore devi ricavare dalle situazioni negative il lato positivo: esco con qualcosa in più da questa tappa del mio cammino professionale, che mi ha consentito di calcare palcoscenici importanti e lavorare con grandi campioni. Nel nostro lavoro, ma vale per tutte le professioni, non si finisce mai di imparare”.
E, a questo proposito, ti trovi a Coverciano… “Infatti, per il master di 1^ Categoria Uefa, per allenare una prima squadra. Sono qui per imparare ancora, per aggiungere competenza personale e dare ancora più qualità  allo staff di Di Carlo”.
Murgita, che prima di concludere l’intervista ha ringraziato Pioli e il suo staff (anche Murelli, tra l’altro, si trova a Coverciano con lui) per il buon lavoro della stagione da poco terminata, ha espresso un parere positivo sulla web gialloblù: “Un bellissimo progetto, che l’anno scorso ho avuto modo di conoscere. Mi è piaciuto molto il modo di mettere in luce e rendere pubblico lo spirito della squadra e di tutto l’ambiente. Mi auguro che, giorno dopo giorno, la web tv possa contribuire a diffondere a livello nazionale e oltre confine l’esempio positivo del mondo Chievo”.

Fonte: chievocalcio.tv