Cristiano Ronaldo al contrattacco: si cercano testimoni e l’hacker

Cristiano Ronaldo al contrattacco: si cercano testimoni e l’hacker
© foto www.imagephotoagency.it

Gli avvocati di Cristiano Ronaldo passano al contrattacco e cercano testimoni e soprattutto una perizia informatica

Cristiano Ronaldo ha deciso di passare al contrattacco dopo le accuse ricevute da Kathryn Mayorga per il presunto stupro avvenuto 9 anni fa, a Las Vegas. Nel 2010 si limitò a seguire il suggerimento dei suoi consulenti per porre fine alle accuse (secondo le indiscrezioni portoghesi su consiglio del Real, il club ha smentito ma il giornale ha ribadito la sua linea) ora CR7, stando a quanto riportato da Tuttosport, ha deciso di passare all’attacco.

«In sede giudiziaria sarà confermata l’innocenza di Cristiano Ronaldo. Nel 2010 si limitò a seguire il suggerimento dei suoi consulenti per porre fine alle accuse ingiuriose fatte contro di lui ed evitare altri tentativi come quello a cui stiamo assistendo ora. Non bisogna ripetere gli errori del passato e chi è innocente confida nella giustizia» ha detto l’avvocato del portoghese della Juventus. Il legale ha chiesto una perizia informatica per dimostrare la manomissione degli stessi documenti da parte di un hacker. Inoltre, la difesa è alla ricerca di testimoni chiave per smontare le accuse. Ieri CR7 si è dimostrato un’altra volta tranquillo, postando la foto della sua famiglia. Intanto i legali continuano a lavorare per lui e faranno di tutto per smontare la tesi accusatoria della Mayorga.