Connettiti con noi

Prima Pagina

Fisioterapisti: eroi nell’ombra

Pubblicato

su

Oggi accendiamo i riflettori sulle figure sportive più sottovalutate e mai abbastanza citate per il successo di un club, i fisioterapisti.

Non ci badiamo quasi mai, acclamiamo allenatori, giocatori, magari la società per alcune scelte di calcio mercato, ma i veri eroi che agiscono nell’ombra sono i Fisioterapisti. Questa figura è importantissima in ogni competizione sportiva professionistica, la salute fisica degli atleti spesso passa per le loro mani e questo può influenzare gli equilibri dell’intero team. Tutti questi match ravvicinati non fanno altro che chiedere uno sforzo sempre maggiore agli sportivi, spesso capitano infortuni più o meno gravi e riprendere il 100% della forma è fondamentale per il successo del team. A tal proposito i fisioterapisti sono le figure chiave che agiscono fornendo assistenza agli sportivi con diverse tecniche riabilitative, basti pensare all’importanza dell’idroterapia e altre tecniche che si sono raffinate negli anni.

Queste figure importantissime negli anni sono state sempre più considerate, inizialmente però hanno dovuto affrontare diversi pregiudizi e ostacoli lungo il cammino.

Il Fisioterapista negli anni

La figura del fisioterapista inizialmente era ritenuta meno importante di quel che si pensi oggi, negli anni 80/90 venivano considerati come dei semplici massaggiatori, nulla più. Fortunatamente con l’evolversi degli studi e delle specializzazioni in molte università la figura è stata rivalutata e si è capito quanto possa essere influente nel destino di una competizione sportiva. Tuttavia ancora oggi si tende a parlarne sempre poco e non si da la giusta importanza ad una figura che da sola potrebbe influire nella tempestiva ripresa di un atleta essenziale per la vittoria. Non agiscono solo sul fisico degli atleti ma anche nella sfera psicofisica. Oggi si parla di fisioterapisti come motivatori, psicologi e ascoltatori. Il fisioterapista è il consulente di ogni atleta, il suo punto di riferimento in caso di problemi psicofisici.

Infortuni, l’importanza di una pronta guarigione

Oggi gli infortuni sono in costante aumento, questo dato va di pari passo all’aumento degli appuntamenti sportivi a cui ogni atleta è chiamato a presenziare nel corso delle settimane. Questo dato vie ne registrato in ogni sport, non soltanto nel calcio ma anche nel basket, nella scherma e in moltissimi altri sport. Gli infortuni segnano la gara, da qui l’importanza di queste figure che aiutano in una ripresa più immediata possibile. Tuttavia, bisogna fare i conti con i diversi tipi di infortuni e con il rischio di rimettere l’atleta in campo in tempi brevi. Ogni problema va valutato e analizzato in base alla reazione fisica del atleta alle cure, in base a questo si scelgono diverse tecniche che possono agevolare il recupero in tempi brevi.

Oggi finalmente si è capito quanto una salute psicofisica ottimale possa fare la differenza nelle performance dell’atleta. Il recupero della forma fisica deve andare di pari passo a quella mentale, un calciatore abituato a segnare ad ogni partita potrebbe demoralizzarsi subito se dopo il rientro non trova la performance migliore. Spesso nonostante il recupero fisico sia completamente superato, bisogna fare i conti anche con l’aspetto mentale dell’atleta ed è proprio qui che i moderni fisioterapisti agiscono per un recupero a 360 gradi.

Advertisement