Gasperini in vista della Spal: «Petagna? Speriamo non segni»

Gasperini
© foto www.imagephotoagency.it

Gian Piero Gasperini suona la carica dopo il ko di Cagliari: «Dobbiamo ripartire. Battiamo la Spal con il nostro gioco»

Gasperini non vuol sentir parlare di partita “facile”. Domani l’Atalanta affronterà la Spal per cercare di ripartire dopo il brutto stop contro il Cagliari, Gasperini tiene alta la concentrazione: «Affrontiamo una squadra davanti a noi in classifica, questo spiega molto sulle difficoltà che incontreremo. Hanno battuto Bologna e Parma, sono partiti molto bene. Hanno entusiasmo e avranno dalla loro il calore del pubblico. Noi, però, siamo pronti a giocare in qualsiasi tipo di ambiente. Abbiamo bisogno di ripartire dopo il k.o. con il Cagliari. Come farlo? Con la qualità del nostro gioco». Nella conferenza stampa di vigilia di Spal-Atalanta, Gasperini dedica un messaggio ai 4 ex bergamaschi, Kurtic e Petagna dal 1′, Paloschi e Floccari pronti eventualmente a subentrare. Particolare attenzione per il “fedelissimo” del Papu. Per lui, le parole al miele, non mancano: «Ma speriamo che Andrea non faccia gol! Per noi è stato fondamentale negli ultimi due anni, gli auguro ogni bene per il prosieguo della carriera».

Da questo momento, dopo la sosta per le Nazionali, ci sarà un po’ di continuità con il campionato come sottolinea il tecnico: «C’è grande equilibrio in classifica. Tutte le squadre, a ogni livello, hanno grandi obiettivi e si sono rinforzate: penso al Sassuolo, al Torino, alle due di Genova e alla stessa Spal. Pensiamo a una gara alla volta, nessuna sarà facile. Spal? Avversario molto difficile da affrontare, l’anno scorso nel girone di ritorno hanno superato lo step della categoria. Daranno fastidio a tutti». Sui reduci dagli impegni con le Nazionali: «Stanno tutti bene. Da giovedì la squadra, in pratica, è al completo. Rigoni? Si è allenato come tutti gli altri, sta bene»