Inter-Atalanta, un legame (non solo) di campo

Inter-Atalanta, un legame (non solo) di campo
© foto www.imagephotoagency.it

Inter e Atalanta si sfideranno nel prossimo turno di campionato, ma i legami tra Suning e Percassi sono diversi, dal mercato al commercio

Da Orio al Serio a Nanchino. La partita tra Inter e Atalanta di domenica pomeriggio a San Siro seguirà un doppio binario. Le squadre in campo lotteranno ovviamente per i tre punti. Per i bergamaschi ci sarà lo stimolo della rivincita dopo la goleada subita nello scorso campionato (7-1). Per i milanesi la necessità di ritrovare la vittoria dopo il pareggio casalingo contro il Torino prima della sosta. Per le proprietà invece sarà l’opportunità di cementare ulteriormente la loro alleanza, simboleggiata al massimo livello dal viaggio a Nanchino della famiglia Percassi a marzo per visitare il cuore dell’impero Suning.

BUSINESS COMUNE – Una vicinanza nata dalla comune vocazione imprenditoriale del presidente atalantino e di Zhang Jindong. Entrambi impegnati nel settore dei centri commerciali. Il gruppo cinese con i suoi punti vendita per prodotti elettronici, Percassi con le sue molteplici iniziative partite da Orio Center e sempre più aperte all’estero. Una comunanza di intenti economici intuita per primo da Erick Thohir. Il primo esponente di club di Serie A presentato dall’indonesiano a Zhang Jindong fu proprio Percassi. Evidenti i reciproci interessi: l’atalantino potrebbe aprire una via alla presenza di Suning in Italia. E potrebbe trovare a sua volta trovare una strada per nuovi sbocchi commerciali in Cina. Si sta parlando, ad esempio, della possibilità di inserire alcune note marche italiane sulle piattaforme di vendita on line di Suning in Estremo Oriente.

STADI DA RINNOVARE – Ma sono anche altri i punti di contatto, più strettamente legati al calcio al di là del trasferimento di Gagliardini andato in porto a gennaio di quest’anno. Ad esempio, l’intenzione di ammodernare i rispettivi stadi. In questo Percassi è già avanti con il progetto definito di rinnovare completamente l’Azzurri d’Italia. L’impianto bergamasco si era già dotato dei box a bordo campo in tribuna che poi sono stati introdotti a San Siro prima della finale di Champions League del 2016. Non sono mancati scambi di consulenza sulla questione stadio a livello di idee. Suning invece vorrebbe rinnovare il Meazza in modo deciso. Ma per ora è ferma ai nastri Gagliardini (22 milioni) e Bastoni (8) all’Inter, Eguelfi (1,5) all’Atalanta, gli affari fra Suning e Percassi.

AMICIZIA – Come riporta “Tuttosport”, i contatti su tutti i fronti sono proseguiti nel corso degli ultimi mesi. E, a prescindere da questioni calcistiche e lavorative, continuano a frequentarsi i figli dei due proprietari: Steven Zhang e Luca Percassi. Steven e Luca sono amici. Sono proprio gli ottimi rapporti tra i giovani dirigenti il primo particolare citato tra Zingonia e Pinetina per dimostrare la vicinanza delle famiglie. Sono abituali le cene “Da Vittorio” a Brusaporto nei dintorni di Bergamo. E viene ricordato il regalo di Percassi junior a Steven: un gagliardetto della finale di Champions League del 2010 tra Inter e Bayern al Santiago Bernabeu.