Inter, Spalletti sulla graticola: non sono piaciute le parole su Icardi

Inter, Spalletti sulla graticola: non sono piaciute le parole su Icardi
© foto www.imagephotoagency.it

Inter: le parole di Spalletti sul rinnovo di Icardi sarebbero state interpretate dalla dirigenza nerazzurra come un inutile assist a Wanda Nara

Il caso del rinnovo di Mauro Icardi potrebbe implodere in casa Inter portando a nuovi scenari: dopo le parole dell’altro giorno di Luciano Spalletti rivolte più che altro alla dirigenza nerazzurra («Il tema del contratto deve essere messo a posto, i direttori hanno accettato di discuterne ed ora devono andare a parlare») e quelle di fuoco ieri sera di Wanda Nara a Tiki Taka (leggi anche: RINNOVO ICARDI: WANDA NARA VS. L’INTER), nei prossimi giorni potrebbero arrivare le prime reazioni. Secondo le indiscrezioni Beppe Marotta e Piero Ausilio pare non abbiano preso per niente bene l’uscita del tecnico interista sabato: la difesa di Icardi di Spalletti sarebbe stato interpretato più che altro come un inutile assist a Wanda che pone adesso l’Inter in una situazione molto scomoda.

Di fatto l’allenatore nerazzurro avrebbe in sostanza provato a discolparsi dell’attuale situazione: Icardi non segna in campionato dallo scorso 15 dicembre e all’interno dello spogliatoio sarebbe percepibile un certo malumore per le continue voci riguardanti il suo prolungamento. La mossa di Spalletti sarebbe insomma stata vista come un tentativo di scaricare le responsabilità sulla dirigenza, costretta ore a porre una pezza chiamando a raccolta anche Wanda per trattare la questione del prolungamento senza più perdite di tempo. Di riflesso lo stesso Spalletti potrebbe però ritrovarsi in una scomoda situazione in vista del futuro: dai piani alti qualcuno avrebbe probabilmente preferito che il tecnico dopo la vittoria col Parma spegnesse il fuoco delle polemiche anziché dare adito ad altre.