Non solo Icardi: i casi più recenti di chi ha rifiutato la convocazione

zarate lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Inter: Mauro Icardi rifiuta la convocazione per il Rapid Vienna dopo la rottura con la società, che lo ha privato della fascia di capitano. L’argentino è l’ultimo di una lunga serie…

Non solo Mauro Icardi: è lunga la schiera di giocatori celebri che hanno rifiutato la convocazione da parte del proprio allenatore, rompendo di fatto con il club di appartenenza. Ieri è capitato all’attaccante dell’Inter (che non è partito col resto dei compagni per Vienna, dove stasera i nerazzurri affronteranno il Rapid in Europa League), a cui era stata appena tolta la fascia di capitano, ma prima di lui è successo a tantissimi altri. Nel marzo 2013 per esempio un altro Mauro argentino, l’attaccante della Lazio Mauro Zarate, sparì dai radar rifiutando la convocazione da parte del club ed inviando tanto di certificato medico: poco dopo lo avvistarono con la famiglia alle Maldive. Ne nacque una battaglia legale infinita.

Nel febbraio 2016 Francesco Totti ruppe ufficialmente il proprio rapporto, ormai stentato, con Luciano Spalletti e lasciò il ritiro della squadra poco prima della partita col Palermo: uno dei casi in cui fu protagonista ancora una volta l’attuale allenatore nerazzurro. Che dire allora del caso più recente di Gonzalo Higuain, a un passo dal Chelsea lo scorso mese, che si è rifiutato di essere convocato da Gennaro Gattuso per la partita col Genoa? Corsi e ricorsi storici: è successo, succede e succederà ancora. Solo una casualità che molte delle vicende più recenti riguardino attaccanti argentini? Ah, saperlo…