Inter, ora spazio alle cessioni in attesa dei botti finali

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo l’arrivo di Lukaku l’Inter dovrà iniziare a cedere gli esuberi: Perisic, Icardi e Joao Mario gli indiziati. Aspettando i botti finali

L’arrivo di Lukaku ha ridato entusiasmo e fiducia alla piazza nerazzurra, tormentata (come il suo allenatore) dalla penuria di attaccanti a meno di 20 giorni dall’inizio della stagione. Con il centravanti belga in rosa ora i nerazzurri potranno concentrarsi con molta più calma sul capitolo cessioni.

Probabilmente nei prossimi giorni verrà finalizzato anche l’affare Dzeko ma dopo il bosniaco, Marotta e Ausilio saranno obbligati a sfoltire la rosa. Perisic, Joao Mario e, ovviamente, Icardi i principali candidati a lasciare Milano. Sul croato è piombato il Bayern Monaco (alla ricerca disperata di un esterno dopo il grave infortunio di Sanè) e la trattativa sembrerebbe in stato avanzato. Per quanto riguarda Joao Mario, invece, tutto tace. I club interessati sono spaventati dalle richieste dell’Inter, che è a sua volta obbligata a sparare alto (30/35 mln) per non fare minusvalenza.

Capitolo Icardi. Qui Marotta ragione in una sola direzione: se l’argentino andrà alla Juve, i nerazzurri chiederanno 75 milioni cash o uno scambio con Dybala. Fine della storia. L’ad nerazzurro è al lavoro affinché possa avverarsi la seconda opzione. Con le cessioni dei tre sopracitati non è detto che non si possa pensare ad un altro innesto in mezzo al campo. Quella mezz’ala fisica e di grande qualità richiesta da Conte, che risponde al nome di Sergej Milinkovic-Savic. Ma questo è un discorso da affrontare a fine agosto.