Inter primo tempo positivo, ripresa horror: così non si passa il turno

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo un buon primo tempo, l’Inter crolla nella ripresa e si rinchiude nella propria area di rigore: così non si passa

L’Inter era attesa da una sfida difficile, ricca di insidie e di trappole. Alla fine alla Commerzbank-Arena matura uno 0-0 senza vincitori né vinti. Un risultato non certo negativo visto quanto offerto dai nerazzurri (specie nella ripresa) ma che rimanda ogni discorso qualificazione all’incrocio di San Siro del prossimo 14 marzo. A Francoforte i ragazzi di Luciano Spalletti sono entrati in campo con il giusto piglio, rispondendo colpo per colpo ad una squadra che, in un clima incandescente, ha fatto di tutto per provare a comandare il gioco fin dalle prime battute. L’Eintracht nel primo tempo è stato sì capace di avvicinarsi in alcune occasioni dalle parti di Handanovic, le chance migliori sono state però di marca nerazzurra. Specie quella capitata tra i piedi di Brozovic sul dischetto di rigore che si è lasciato ipnotizzare, tuttavia, da Trapp.

Nella ripresa, invece, il match è tutto appannaggio dei bianconeri. Non solo i tedeschi danno l’impressione di avere più gamba e più corsa ma, alzando il baricentro e il ritmo, conquistano preziosi centimetri di campo, mettendo alle corde i nerazzurri. Se il risultato finale è un pareggio ad occhiali è dovuto alla poca precisione degli attaccanti di Hutter che si divorano letteralmente alcune occasioni da gol. Al ritorno, è bene ricordarlo, non ci saranno Asamoah e Lautaro (diffidati e ammoniti), Nainggolan (difficile che recuperi in extremis) e forse Ivan Perisic. Il croato, infatti, dopo 10 minuti nella ripesa ha dovuto abbandonare il terreno di gioco per un problema all’inguine. Problemi non da poco per Spalletti che se vorrà passare il turno, non dovrà certamente riproporre l’Inter vista nel secondo tempo.