Inter, parla Skriniar: «Ho rischiato di chiudere col calcio giocato»

skriniar inter
© foto www.imagephotoagency.it

Milan Skriniar ha parlato a tvnoviny.sk in merito alla sua carriera, all’operazione agli occhi e alle sue ambizioni per il futuro. 

Milan Skriniar ha rilasciato un’intervista presso la piattaforma online tvnoviny.sk dove ha parlato dell’inizio della sua carriera nel calcio slovacco e di come non sia stato facile ambientarsi all’inizio: «Non giocavo all’inizio, mi ero bloccato alla schiena. Quando ti siedi per un anno e mezzo e non ottieni lo spazio, tendi a guardare altrove. Non hai alcun gusto e non hai più molta autostima. Il cambio di allenatore? Quello che prima era brutto e cupo, è diventato colorato. La pazienza e la volontà di sopportare, a volte, è la cosa più importante che una persona possa fare. Se avessi rinunciato dopo i primi mesi e fossi tornato a Žiar, avrei potuto chiudere definitivamente con il calcio. Tutto è nella testa e in ciò che si vuole veramente. Se è fatto al 50%, è meglio tossire. Se vuoi fare qualcosa in in futuro, devi dare tutto». 

Una carriera brillante quella di Milan Skriniar che all’Inter è diventato il leader della difesa di Spalletti. Ma il percorso non è stato facile e, infatti, l’operazione agli occhi ha potuto compromettere seriamente la sua carriera: «Nella clinica di Bratislava la dott.ssa Smoradkova mi ha comunicato che in realtà vedevo solo al 40%. Dopo l’intervento chirurgico la mia vista è migliorata del 150%». Nel corso della sua intervista ha poi parlato delle sue ambizioni per il futuro: «Mi piacerebbe rimanere nel calcio. Vorrei condividere le mie esperienze, ad esempio occupandomi di formazione e allenando».