Connettiti con noi

Azzurri

Italia U21, Nicolato: «Tante difficoltà, questa è la nostra forza»

Pubblicato

su

Paolo Nicolato, ct dell’Italia U21, parla dopo la qualificazione ai quarti di finale dell’Europeo: le sue dichiarazioni sul percorso

Paolo Nicolato, ct dell’Italia U21, ha rilasciato un’intervista a Tuttosport.

ESULTANZA GOL CUTRONE «Male? Quasi…, ma è stata un reazione spontanea! In realtà mi ha fatto tanto bene vedere l’attaccamento dei ragazzi che volevano a tutti i costi proseguire nell’avventura di questo Europeo».

DIFFICOLTA‘ – «Noi abbiamo convissuto con molte dinamiche di difficoltà in questo ultimo anno e mezzo. Siamo partiti con una squadra che aveva delle ambizioni importanti sulla carta con giocatori come Zaniolo, Kean, Bastoni, Tonali e Locatelli. Poi tra il Covid e il fatto che giustamente sono stati promossi nella Nazionale di Mancini abbiamo dovuto cercare e trovare risorse nuove. Abbiamo pescato in giro cercando di superare i problemi che sorgevano. Direi che una delle nostre più grandi capacità è stata proprio quella di non abbatterci mai, come in questa ultimissima occasione con infortuni e tante squalifiche. Abbiamo avuto un percorso molto, molto tortuoso. Personalmente dopo la finale Europea con l’Under 19 e una semifinale Mondiale con l’Under 20, questo quarto di finale con l’Under 21 mi riempie di soddisfazione visto che è arrivato in condizioni davvero particolari».

TANTI CONVOCATI«Dico che i nostri giovani hanno un valore maggiore di ciò che si pensa. Hanno bisogno di continuità questi ragazzi e purtroppo molti ci riescono soltanto con la maglia azzurra. Questo è un processo che si è invertito rispetto al passato quando se uno faceva bene con il club guadagnava la Nazionale altrimenti la perdeva. Ora avviene il contrario. Non dovrebbe essere così ma la realtà delle cose è questa!».

VITTORIA EUROPEI U21«Noi abbiamo sempre dimostrato di avere grande determinazione oltre che la voglia di provarci sempre. Nello sport poi è normale che ci sia uno che vince e uno che perde. Ma sotto il profilo dell’impegno non siamo mai stati in difetto. Ci attende un cammino con avversari molto forti ma al di là di chi saremo a difendere l’azzurro la grinta non mancherà».