Italia, Mancini: «Kean come Balotelli? Li trovo tutti io…» – VIDEO

Italia: dopo la gara con la Finlandia Roberto Mancini analizza le analogie tra Moise Kean e Mario Balotelli e non esclude un futuro insieme in Nazionale prossimamente

Moise Kean, autore ieri del secondo gol alla Finlandia, è l’uomo di copertina di giornata dell’Italia: per l’attaccante della Juventus, entrato ufficialmente nel libro dei record, si sprecano ovviamente adesso i paragoni. Tra le tante analogie però non può non colpire quella con Mario Balotelli, ma non si parla soltanto di aspetto fisico. A lanciare Super Mario nel calcio che conta ai tempi dell’Inter fu infatti Roberto Mancini, attuale commissario della Nazionale in cui ieri è esplosa la stella Kean (che con l’attaccante del Marsiglia condivide pure lo stesso agente, Mino Raiola). «Li trovo tutti io… C’è nel destino», ha scherzato il tecnico azzurro in conferenza stampa. Resta però un dubbio: Kean e Balotelli sono uno alternativo all’altro o possono giocare insieme?

«Sì, potrebbero giocare insieme sicuramente, perché Kean è ancora giovane e quindi può giocare da esterno di destra o di sinistra – la risposta del c. t. – . Moise ha delle qualità enormi, fisicamente è devastante per l’età che ha, però deve crescere perché è giovane e può fare anche degli errori. Sicuramente è una prima punta, ma può lavorare come ha fatto oggi: nel secondo tempo in certe situazioni è stato devastante. Adesso può fare l’esterno, tra tre o quattro anni magari no. Kean è così: è spensierato e probabilmente questa oggi è la sua forza».