Leonel Galeano, un altro “muro” argentino

a
© foto www.imagephotoagency.it

Dati Anagrafici:

Nome: Leonel
Cognome: Galeano
Luogo di nascita: Miramar
Data di nascita: 2 Agosto 1991
Nazionalità : Argentina
Ruolo: Difensore centrale
Club: Independiente de Avellaneda
Altezza: 183 cm
Peso: 81 kg

Carriera:

Leonel Galeano proviene da Miramar, una piccola località  turistica di mare della provincia di Buenos Aires, Argentina. Cresciuto calcisticamente nell’Independiente de Avellaneda dall’età  di 14 anni è già  un beniamino dei tifosi nonostante la giovane età  e, da quando ha esordito con la prima squadra, non è più stato tolto dal campo. Il suo allenatore, Americo Gallego, ha ammesso che la fiducia in lui “è più che giustificata, poichè non c’è mai stata una brutta partita da Galeano”. Gallego poi ammette: “E’ curioso che nessuno si sia accorto di lui fino all’Apertura scorso”.

Il suo debutto nella Primera Divisià³n avviene il 21 agosto del 2009 in occasione della sconfitta contro il Newell’s Old Boys per 1-0. Da quella partita in poi, Leonel diventa titolare inammovibile della squadra di Gallego e gioca praticamente tutto il Torneo di Apertura 2009. La sua prima rete da professionista arriva il 18 ottobre del 2009 nella partita finita per 1-1 contro il Chacarita Juniors.

Il 10 gennaio del 2010 arriva anche la chiamata da parte di Diego Armando Maradona nella Seleccion, in occasione dell’amichevole che vede l’albiceleste contro la Giamaica. E’ tenuto molto in considerazione dall’attuale c.t. e potrebbe anche essere convocato a sorpresa per i Mondiali in Sudafrica assieme a Burdisso jr.

Caratteristiche:

In Patria molti lo paragonano a Walter Samuel, giocatore al quale Galeano assomiglia per caratteristiche fisiche e caratteriali. Si tratta di un difensore centrale con eccellenti doti fisiche (1.83 metri per 81 chili) e, nonostante l’altezza non sia la sua punta di diamante, riesce comunque a difendere la sua area con grande presenza ed ha ottime capacità  nel gioco aereo, sia in fase difensiva che offensiva. Nonostante la giovane età , mostra davvero pochissime lacune ed una suo dote è quella di riuscire a trovare la giusta collocazione in campo, perdendo raramente la sua posizione, grazie ad un alto livello di concentrazione durante tutto l’arco della partita. Il difensore argentino è anche rapido “mentalmente”, caratteristica che gli permette di reagire a seconda della situazione in tempi molto brevi, riuscendo quindi ad adattarsi a cambi di ritmo frenetici. Spesso cerca l’intervento in anticipo e questo lo porta a commettere qualche fallo di troppo (10 cartellini gialli in 18 gare di Apertura parlano da soli), ma non si tratta di un giocatore particolarmente aggressivo, e nell’attuale campionato di Clausura è diventato molto più disciplinato (3 gialli in 10 presenze). Nelle recenti uscite, viste le varie defezioni nel reparto arretrato a disposizione di Gallego, è stato schierato anche come terzino destro con discreti risultati. Mancino naturale, Galeano possiede anche una discreta tecnica personale, con un buon tocco e controllo di palla, ma quando gli avversari effettuano un forte pressing va in difficoltà . Tuttavia, vista l’età , questa è probabilmente una caratteristica che andrà  a migliorare con il passare degli anni.

Valutazioni:

L’interesse da parte dei club europei c’è già , soprattutto italiani, ma forse per il miramarense è ancora troppo presto per sbarcare nel Vecchio Continente e sarebbe meglio se restasse ancora 1-2 anni in Argentina per completare la sua maturazione. Lo scorso anno un club europeo, di cui non si sa il nome, aveva proposto 3 milioni di euro all’Independiente per il suo cartellino, ma l’operazione non andò in porto.

Durante un’intervista esclusiva realizzata da CalcioNews24 con Stefano Borghi, voce per il calcio argentino di SportItalia (che puoi trovare qui), anche il noto telecronista lo aveva segnalato come possibile craque in prospettiva.

E’ probabile che il giocatore sbarchi in Europa già  a partire dal prossimo calciomercato, come confermato dal suo agente, Jorge Cysterzspiller, il quale ha ammesso che su Galeano sono diversi club, ed ancora non è possibile fare una stima sul valore del suo cartellino (che comunque si aggira intorno ai 5-6 milioni di euro). L’unica preoccupazione potrebbe essere lo status da extracomunitario, ma sempre secondo il suo procuratore, questo sarà  facilmente ottenibile nel caso fosse necessario.