Lichtsteiner sulla Champions: «Sogno un goal in finale»

Lichtsteiner sulla Champions: «Sogno un goal in finale»
© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore della Juventus, Stephan Lichtsteiner, ha parlato di un’intervista della sua avventura in bianconero e degli obiettivi stagionali

Stephan Lichtsteiner, esterno difensivo della Juventus, ha parlato della sua avventura in bianconero in un’intervista rilasciata a Jtv. Queste le sue parole: «La prima rete allo Stadium? Dopo cinque anni e mezzo, posso dire che quel giorno è stato davvero speciale. La Juve veniva da un momento difficile e segnare quella rete e vincere quella partita era molto importante per cominciare bene il nuovo campionato. Di certo, visto che che abbiamo fatto in questi anni, credo che quello sia stato l’inizio di un percorso bellissimo per tutta la squadra. La gara con il Napoli? Ogni tanto in trasferta lasciamo qualche punto, ma bisogna vedere anche contro chi giochiamo. Credo che il punto di ieri sia importante, siamo tutti d’accordo nel dire che non era quello il tipo di partita che volevamo fare, ma bisogna fare i complimenti a loro che hanno giocato un’ottima gara, mettendoci in difficoltà. Vediamo il punto come un qualcosa di positivo, probabilmente eravamo sottotono, ma abbiamo saputo soffrire insieme. La Coppa Italia? Come ho appena detto, sappiamo anche soffrire. Giocheremo con un avversario importante, ma partiamo da un vantaggio. Di certo bisognerà segnare per stare tranquilli e magari il Napoli, che ieri ha corso tanto, non riuscirà a giocare allo stesso livello. Tante sfide ad Aprile? Siamo esattamente dove volevamo essere. Possiamo vincere lo Scudetto e mercoledì possiamo raggiungere la finale di Coppa Italia, poi abbiamo i quarti di Champions League. E’ un mese importante, proveremo a raggiungere tutti gli obiettivi. La Champions? Bisogna giocare contro tutti gli avversari come se fossero il Barcellona, è questo che ti porta dei titoli, non bisogna mollare contro nessuno. Negli scorsi anni abbiamo vinto dei titoli nazionali, ed ora vogliamo la Champions. Siamo carichi, ma prima pensiamo alle sfide che ci sono prima del Barcellona. Come ho vissuto il sorteggio? Lo sapevo già, lo avevo detto a mio padre. Se sogno Cardiff? Sogno la Champions ed il sesto scudetto consecutivo. Alla Juventus bisogna sempre vincere, non si può guardare indietro a ciò che si è già vinto. Dobbiamo pensare ai prossimi titoli. Il gesto tecnico che sogno di realizzare? Per me ogni goal vale uguale, anche se un goal decisivo in finale di Champions League non sarebbe male…».