Marek Hamsik: «Slovacchia e Calzona: siamo carichi!»
Connettiti con noi

Europei

Marek Hamsik: «La Slovacchia e Calzona: siamo carichi per l’Europeo. Io farò l’ALLENATORE nel FUTURO. Mi manca Napoli, ma tornerò»

Pubblicato

su

Hamsik

Le parole di Marek Hamsik in vista del debutto di oggi della Slovacchia ai campionati Europei contro il Belgio

Oggi la Slovacchia debutta contro il Belgio all’Europeo: figura fondamentale del calcio del suo Paese, Marek Hamsik ha concesso un’intervista a La Repubblica.

LA SCELTA DEL CT – «Francesco Calzona è il nostro bravissimo ct e del team per gli Europei fanno parte pure il suo vice Simone Bonomi, il preparatore atletico Alessandro Bulfoni, il match analist Marco Brini, il collaboratore tecnico Gianluca Segarelli e il technical staff manager Giovanni Paolo De Matteis. Due anni fa la federazione era alla ricerca di un nuovo allenatore e io mi sono limitato a dare un consiglio. Sono contento che mi abbiano ascoltato e che le cose vadano bene. Al gruppo mi sono unito anche io e do una mano, sono qui per imparare».

FUTURO DA ALLENATORE – «Sì, il mio futuro lo vedo in panchina. A settembre parteciperò a Coverciano al corso Uefa Pro e nella mia Academy ho già fatto il vice nella squadra maggiore. È un ruolo che mi affascina».

IL PRIMO EUROPEO DA EX GIOCATORE – «Fuori dal campo le tensioni sono un po’ diverse, ma è bello lo stesso essere qui con la mia nazionale e sono felice di fare questa esperienza».

NOSTALGIA DI NAPOLI – «Quella c’è sempre, ogni giorno. Ci sto tornando meno spesso di quello che vorrei, ma appena finiscono gli Europei farò sicuramente un salto a Napoli».

IN SQUADRA SI PARLA SLOVENO E ITALIANO – «Metà e metà, tanti ragazzi iniziano a capire anche l’italiano: altrimenti faccio io un po’ da interprete e aiuto lo staff».

CALZONA DOPO NAPOLI – «Carico a mille, direi. Nelle ultime due amichevoli abbiamo vinto per 4-0 con San Marino e il Galles, che è molto più avanti di noi ne ranking. Calzona ci sta dando con il suo staff forza e energia»