Mihajlovic in conferenza stampa: «Domani tassativo vincere, Edera? Resti umile»

torino mihajlovic
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole del tecnico granata Sinisa Mihajlovic in vista del match di domani pomeriggio contro la Spal

Dopo l’exploit avuto in Coppa Italia all’Olimpico contro la Roma, Sinisa Mihajlovic non vuole cali d’attenzione e pretende la vittoria domani in trasferta contro la Spal; partita fondamentale per il presente e il futuro del club desideroso di occupare un posto valevole per la prossima Europa League. Il tecnico serbo presenta così la sfida contro gli emiliani: «Tutte le partite in Serie A sono difficili. Sicuramente la SPAL è una formazione da rispettare, hanno vinti dei campionati di fila, e oggi hanno molti giocatori con esperienza in Serie A: Felipe, Salamon, Schiattarella, Viviani, Grassi. In attacco Antenucci, Borriello, Paloschi… In casa giocano bene, sono aggressivi, hanno perso in casa tre partite di cui due con Fiorentina e Napoli. Se non giochiamo al massimo possiamo essere battuti» Obiettivo Europa, ma Mihajlovic non vuole sentir parlare di progetti a lungo termine, testa solo unicamente alla Spal: «Europa? Ce la giochiamo in tutte le partite. Mi chiedete delle prossime cinque partite? Io penso solo alla SPAL, è una gara difficilissima, un’esame di maturità importante. Chiedetemi solo di questa partita. Il problema è di testa, atteggiamento, voglia. Abbiamo tante soluzioni; l’importante è che chi gioca dia il massimo, con la testa giusta. Se affrontiamo la SPAL con la stessa concentrazione con cui abbiamo affrontato la Roma, probabilmente possiamo vincere. Se invece andiamo lì pensando di fare una passeggiata, perdiamo. Se non dai il massimo in Serie A si può perdere contro chiunque. Tutte le squadre sono preparate. E’ una partita importante, vogliamo regalare un buon Natale a noi e ai nostri tifosi. Solo dopo parleremo delle prossime partite»

Nelle ultime due apparizioni all’Olimpico, le luci della scena le ha prese Simone Edera al quale però Mihajlovic consiglia di rimanere umile: «Lui deve continuare ad allenarsi così, sfruttando le occasioni. Vedremo se giocherà dall’inizio o a gara in corso. E’ una soluzione importante. Deve avere la testa sulle spalle. E sfruttare le occasioni, senza montarsi la testa, perchè è solo all’inizio della carriera» Chiusura dedicata al mercato: «Adesso voglio pensare a queste tre partite di campionato più quella di Coppa Italia. Poi dopo c’è la sosta e allora penseremo al mercato. Cercheremo di fare più punti possibili, poi sul mercato cercheremo di fare il massimo, ma prima penso al campo»