Milan – Atalanta (0-0): pagelle e tabellino

Milan – Atalanta (0-0): pagelle e tabellino
© foto www.imagephotoagency.it

Milan – Atalanta, Serie A 2016/2017, 17a giornata: formazioni ufficiali, pagelle, risultato, tabellino e sintesi, probabili formazioni ed info streaming gratis

Milan – Atalanta 0-0: tabellino

MARCATORI:
AMMONITI: Spinazzola (A), Bonaventura (M), Masiello (A), Bertolacci (M), Pasalic (M), Conti (A), Petagna (A), Gomez (A), Sportiello (A)
ESPULSI:
NOTE:
ARBITRO: Davide Massa (sezione di Imperia)

Milan – Atalanta: pagelle e sintesi

MILAN (4-3-3): Donnarumma 6; Abate 6.5, Paletta 6.5, Romagnoli 6.5, Antonelli 6.5 (al 71’ De Sciglio 6); Kucka 6.5, Bertolacci 5.5, Pasalic 6; Suso 5.5, Lapadula 5 (all’82’ Bacca 6), Bonaventura 5.5 (all’87’ Niang s.v.). A disposizione: Gabriel, Gomez, Zapata, Locatelli, Poli, Sosa, Luiz Adriano. Allenatore: Vincenzo Montella

ATALANTA (3-5-2): Sportiello 6, Toloi 6.5, Caldara 7, Masiello 6 (al 58’ Zukanovic 6); Conti 6.5, Kurtic 6.5 (al 64’ Dramé 6), Kessié 5.5, Gagliardini 6.5, Spinazzola 6 (al 69’ Freuler 5.5); Gomez 6.5, Petagna 6. A disposizione: Bassi, Mazzini, Bastoni, Dramé, Raimondi, Migliaccio, Grassi, D’Alessandro, Cabezas. Allenatore: Gian Piero Gasperini

MILAN – IL MIGLIORE

Kucka 6.5: Quando non c’è, si sente. Eccome se si sente: ha gran fisicità ed atletismo, fattori che emergono soprattutto quando sale l’intensità della gara ed alcuni colleghi – compagni ed avversari – arrancano. Il suo rendimento è invece assolutamente costante, nella ripresa sfiora anche la rete del vantaggio ma non trova fortuna. Considerando questo giovane Milan, è senz’altro tra i leader del gruppo.

MILAN – IL PEGGIORE

Lapadula 5: Questa volta stecca. Puntualmente anticipato da Caldara, non solo non si procura occasioni degne di nota ma è continuamente anticipato dal difensore avversario, ragion per cui non riesce neanche ad agire da sponda per i compagni. In ritardo su alcuni tap-in potenzialmente vincenti, si vede nelle sole situazioni in cui poi si ritrova in fuorigioco. Serataccia.

ATALANTA – IL MIGLIORE

Caldara 7: Annulla Lapadula e fidatevi non è poco, considerando il moto perpetuo di un attaccante che lascia sul campo l’anima pur di rendersi funzionale alla sua squadra: di fatto non gli lascia toccare palla, lo anticipa con impressionante costanza e non gli concede neanche il gioco di sponda. Puntuale, esplosivo e con impressionanti margini di crescita: facile segnarlo sul taccuino.

ATALANTA – IL PEGGIORE

Kessie 5.5: Cresce senz’altro di tono nella ripresa, ma nel complesso la sua prestazione è piuttosto debole: tanti errori inusuali in disimpegno, alcune letture sbagliate, una presenza in campo altalenante. Fattore emerso in misura contenuta grazie alla solita prestazione dei suoi compagni di reparto, Kurtic su tutti – sostituzione di difficile lettura – e Gagliardini. Il buon Kessie fa spesso la differenza, ma non oggi.

MilanAtalanta 0-0, i rossoneri spingono nella ripresa ma senza trovare la rete del vantaggio ed ora rischiano il sorpasso da Napoli e Lazio al terzo posto della classifica di Serie A. Gli uomini di Gasperini tornano a fare punti dopo le due battute d’arresto consecutive e muovono la matassa.

PRIMO TEMPO – Prima chance della gara che spetta ad uno dei diversi ex di turno Petagna: al 4’ minuto esce bene dal pressing avversario con una giocata di fisico e tecnica, gran botta dai venti metri con la traiettoria della palla che si alza alla fine e non impensierisce Donnarumma. Il Milan risponde all’8’: punizione di Bonaventura sulla quale irrompe Pasalic, palla appena a lato. Fase della gara – comunque intensa – in cui non accade molto: i rossoneri provano a farsi preferire ma gli uomini di Gasperini tengono con ordine. Chance per Gomez al 21’: esterno che non trova fortuna, dall’altra parte spreca Paletta con un colpo di testa sbilenco da ottima posizione. Al 26’ tiro-cross di Antonelli che spaventa la retroguardia dell’Atalanta, Lapadula manca il tap-in per questione di attimi, al 28’ ci prova Kurtic dalla media distanza senza esito favorevole. Alla mezzora la chance della gara: Petagna sfonda centralmente e tra un rimpallo e l’altro si presenta a tu per tu con Donnarumma, la conclusione è da dimenticare. Intensità ancora altissima, le due squadre difendono alto, spesso in pressing, ne beneficia il ritmo complessivo: occasioni clamorose per una coraggiosa Atalanta al 44’ ed in pieno recupero, da fascia a fascia Spinazzola crossa per Conti che irrompe con i tempi giusti ma manda alto con il suo colpo di testa, poi con Gagliardini sugli sviluppi di un corner. All’ultimo secondo disponibile palo di Antonelli a Sportiello battuto. Risultato all’intervallo: Milan-Atalanta 0-0.

SECONDO TEMPO – Stessi effettivi del fischio d’inizio e subito una chance in ripartenza per gli ospiti: Conti lancia Gomez a campo aperto ma l’argentino sbaglia scelta lasciando sfilare il pallone per un ipotetico compagno di squadra. Al 5’ minuto sinistro insidioso di Suso: Sportiello legge il rimbalzo e blocca senza problemi. Partenza di gran personalità dell’Atalanta: al 7’ break di Kessie e palla a Kurtic, tiro a giro con buona potenza ma Donnarumma è ben posizionato. Gran numero di Bonaventura all’8’: gran finta su Toloi e conclusione dall’interno dell’area, palla alta. E’ un altro Bonaventura nella ripresa: all’11’ gran sinistro dai venti metri, manca un pizzico di precisione, dopo pochi istanti ci prova anche Kucka senza effetto. Il Milan guadagna metri di campo con lo scorrere dei minuti: clamorosa chance sprecata al 16’ sul tiro-cross di Abate, non ci arrivano gli attaccanti rossoneri. Ribaltamenti di fronte continui con il Milan che spinge per la vittoria ma è ancora l’Atalanta a rendersi pericolosa: sassata di Gomez al 27’, non c’è precisione. Altro errore di Lapadula al 33’: azione confusa in area nerazzurra, la palla termina sui piedi del centravanti che gira con tempismo ma senza la necessaria potenza. Sfondamento di Kucka al 33’: bolide destro e palla appena a lato, colpisce male Kessie al 36’, tuffo di Toloi al 38’ su ottimo cross di Gomez con Donnarumma che salva in corner. Subito vicino al gol il subentrato Bacca: azione tutta in ripartenza, il colombiano salta il portiere ma si vede ribattere il suo tiro sulla linea da Conti. Non accade più nulla:  Milan-Atalanta 0-0.

MILAN, NON BASTA LA RIPRESA – Prima frazione di gara non particolarmente ricca di occasioni ma dalla grande intensità: ritmo alto grazie all’impostazione data alle due squadre dai rispettivi allenatori, difese alte e pressing su ogni palla, grande ambizione senza però scoprire la coperta. Poco da eccepire dunque sotto il profilo tattico, è mancato lo spunto negli ultimissimi metri. Avvio di ripresa ancora di gran personalità da parte dell’Atalanta, salvo poi retrocedere in termini di occupazione del territorio di fronte alla chiara risposta del Milan: i rossoneri meriterebbero il vantaggio – va detto contro un’Atalanta assolutamente coraggiosa – ma non lo trovano e si fermano ancora contro una squadra che ritrova fiducia.

Milan – Atalanta: formazioni ufficiali

Ballottaggi vinti da Lapadula e Bonaventura: in panchina Bacca e Niang. Tutto confermato anche in casa Atalanta.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, Antonelli; Kucka, Bertolacci, Pasalic; Suso, Lapadula, Bonaventura. A disposizione: Gabriel, Gomez, Zapata, De Sciglio, Locatelli, Poli, Sosa, Niang, Luiz Adriano, Bacca. Allenatore: Vincenzo Montella

ATALANTA (3-5-2): Sportiello, Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Kurtic, Kessié, Gagliardini, Spinazzola; Gomez, Petagna. A disposizione: Bassi, Mazzini, Zukanovic, Bastoni, Dramé, Raimondi, Migliaccio, Grassi, Freuler, D’Alessandro, Cabezas. Allenatore: Gian Piero Gasperini

Milan – Atalanta: probabili formazioni e pre-partita

MILAN, BERTOLACCI: “Le squadre di Gasperini danno sempre quel qualcosa in più e toccherà a noi farci trovare pronti, vogliamo vincere la partita. Personalmente posso giocare in più ruoli, farò di tutto per essere utile a questa squadra”.

ATALANTA, PETAGNA: “Ce l’ho fatta con l’Atalanta, è una rivalsa per me oggi. Oggi faremo la nostra gara, che abbiamo preparato al meglio, siamo intenzionati a metterci alle spalle le recenti sconfitte. Il gol? Se verrà sarò più felice, ma penso a giocare per far vincere la squadra”.

Il Milan per mettersi alle spalle l’immeritata sconfitta rimediata in quel di Roma, dove il calcio di rigore fallito da Niang ha indirizzato le sorti dello scontro diretto, l’Atalanta per tornare sulla retta via dopo le recenti battute d’arresto: quello di San Siro è uno degli anticipi del diciassettesimo turno del campionato di Serie A 2016-17, dopo Empoli-Cagliari ed appena prima del big match dello Stadium tra Juventus e Roma. Alcuni ballottaggi aperti in casa Milan, due in particolare: Montella dovrà scegliere tra Lapadula e Bacca così come tra il rientrante Bonaventura e Niang. Sembrano essere più delineate invece le opzioni ospiti: sarà 3-5-2 con la classica posizione mutevole di Kurtic, in mediana in fase difensiva e tra le linee in situazione di attacco.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Paletta, Romagnoli, Antonelli; Kucka, Bertolacci, Pasalic; Suso, Lapadula, Bonaventura. A disposizione: Gabriel, Gomez, Zapata, De Sciglio, Locatelli, Poli, Sosa, Niang, Luiz Adriano, Bacca. Allenatore: Vincenzo Montella
ATALANTA (3-5-2): Sportiello, Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Kurtic, Kessié, Gagliardini, Spinazzola; Gomez, Petagna. A disposizione: Bassi, Mazzini, Zukanovic, Bastoni, Dramé, Raimondi, Migliaccio, Grassi, Freuler, D’Alessandro, Cabezas. Allenatore: Gian Piero Gasperini

Milan – Atalanta: dove vederla in tv

La partita sarà trasmessa a partire dalle ore 18 in diretta satellitare sulle frequenze di Sky Sport o in digitale terrestre su quelle di Mediaset Premium, oltre che in streaming su app iOS, Android e Windows Mobile per smartphone, pc e tablet TIM TVSky Go e Premium Play.