Napoli-James si può: solo un aspetto potrebbe penalizzare l’operazione

Napoli-James si può: solo un aspetto potrebbe penalizzare l’operazione
© foto www.imagephotoagency.it

Il Napoli sogna il colpo James Rodriguez. C’è disponibilità del giocatore con Mendes primo alleato, ma il Real Madrid ha bisogno di far cassa subito

Si può discutere se sia o meno quello che serva effettivamente al Napoli per accorciare il gap con la Juventus ma, per le cifre in ballo, James Rodriguez sarebbe dal punto di vista finanziario l’acquisto più importante della storia del Napoli. Il primo piccolo mattoncino per il suo affare del secolo il Napoli ce l’ha già ed è l’alleanza col super agente Jorge Mendes e una disponibilità del giocatore nel ritrovare Ancelotti e provare a rilanciarsi in azzurro. Parlare di disponibilità ovviamente non significa credere davvero, come pur si legge, che James valuti solo il Napoli e nient’altro che il Napoli per il suo futuro. Il mattoncino che il Napoli ha dalla sua però non è di poco conto ed è qualcosa di cui approfittare, perchè in caso di intesa anche tra De Laurentiis e Florentino Perez, i cui rapporti sono ottimi, il sogno diventerebbe realtà.

Problema di prezzo? Non esattamente. Il Napoli si era spinto a offrire 35+5 per Rodrigo del Valencia e sa che per sedersi a trattare James si parla almeno di cifre del genere. Seppure il Real dovesse chiedere più dei 42 milioni a cui era fissata l’opzione di riscatto poi non esercitata dal Bayern Monaco, non è certo questo un affare che si lascia saltare per un milione in più o un milione in meno. Il problema principale, piuttosto, è la formula. De Laurentiis vuole fare un regalo alla piazza e ad Ancelotti, ma preferirebbe ponderare bene i rischi acquisendo il colombiano in prestito oneroso più diritto di riscatto. Il Real Madrid invece ha bisogno di certezze economiche, soprattutto relativamente alla questione del fair play finanziario dopo le incredibili cifre sborsate in entrata negli ultimi giorni. Pur incassando all’epoca i 13 milioni per il prestito in Germania, il Real ha già perso una volta le cifre che considerava già in cascina per la cessione definitiva di James e vorrebbe quindi un’offerta cash, o quantomeno un prestito con obbligo.

Il nemico principale del Napoli in questo momento potrebbe dunque essere la concorrenza. Parliamoci chiaro: il fatto che il Napoli possa riuscire a chiudere un’operazione per un giocatore di questo nome, attira l’attenzione di altri potenziali acquirenti che potrebbero a quel punto inserirsi su un terreno così evidentemente permeabile. Arrivasse un’offerta economica immediata, per il Real sarebbe ovviamente preferibile dare il giocatore al miglior offerente. In tal senso attenzione all’Atletico Madrid che potrebbe scatenarsi sul mercato dopo la cessione di Griezmann, e occhio anche, in generale, alla Premier League: non solo Manchester United e le altre big, il mercato inglese è ormai così mediamente superiore sul piano economico, che anche un club non di primissima fascia avrebbe pieno potere di scippare un giocatore a un club come il Napoli che l’anno prossimo disputerà la Champions League partendo ancora una volta dalla seconda fascia.