Nasce Gigi Riva, il Rombo di Tuono del Cagliari – 7 novembre 1944 – VIDEO

Il 7 novembre 1944 a Leggiuno nasce Gigi Riva, attaccante che guidò il Cagliari alla vittoria del suo storico scudetto

Sempre più spesso nel calcio di adesso si sente parlare di mercenari, calciatori senza valori, interessati solo ai soldi. Mancano insomma quelle che una volta venivano chiamate bandiere, uomini che legavano il proprio nome ad una sola società per tutto il corso della propria carriera. Tuttavia anche in anni in cui era più facile individuarle, con giocatori come Facchetti nell’Inter o Pelè nel Santos, c’è un giocatore che più di tutti ha spiegato il significato di bandiera. Si tratta di Gigi Riva, nato a Leggiuno in provincia di Varese il 7 novembre 1944, esempio esemplare di cosa significhi passare una vita indossando una maglia come se fosse una seconda pelle. Il fortissimo attaccante, uno dei più grandi e prolifici dell’intera storia di tutto il calcio italiano, ha infatti legato il suo nome dal 1963 al 1976, anno del suo addio al calcio, ad una sola squadra del nostro campionato: il Cagliari.

Diventato sardo per adozione, Riva non ha mai lasciato l’isola e la maglia rossoblu, nonostante i tanti tentativi da parte di altre squadre di riuscire ad aggiudicarsi le sue prestazioni sportive. Riva trascina nella stagione 69/70 il Cagliari alla conquista del suo unico e storico scudetto: sono anni straordinari quelli a cavallo fra i Sessanta e Settanta. Riva è anche unno dei protagonisti della nazioanle italiana che nel 1968 vince ilo unico campionato europeo e arriva in finale nel Mondiale messicano del 1970. Soprannominato Rombo di tuono dal giornalista Gianni Brera per la potenza del suo tiro e per la freddezza sotto porta, Riva era un attaccante eclettico che amava partire dalla sinistra per accentrarsi e arrivare alla conclusione. Era anche estremamente rapido ed abile nel gioco aereo, come dimostrano molte seu reti.


Il contenuto video fa parte della serie web Almanacco del Calcio, prodotto da Sport Review srl.