Novara, a Pescara altro tonfo: Brugman condanna i piemontesi all’ottavo k.o.

Novara, a Pescara altro tonfo: Brugman condanna i piemontesi all’ottavo k.o.
© foto www.imagephotoagency.it

I piemontesi subiscono l’ottava sconfitta in campionato. Brugman segna la rete della vittoria e il Novara non sa più reagire.

Gli abruzzesi hanno superato per 1-0 i piemontesi grazie alla rete dell’ex rosanero Gaston Brugman che al 22′ ha sfruttato al meglio un assist di Coulibaly e ha depositato in rete la palla della vittoria. Con questi tre punti gli uomini di Zeman sono arrivati a quota 24 scavalcando così i ragazzi di Corini, a soli 4 punti dalla zona play-off.

Eugenio Corini a fine partita: «Abbiamo permesso al Pescara di costruirsi le sue certezze nel corso di tutta la gara – ha detto l’allenatore – la squadra è come rimasta ad aspettare un evento negativo che poi purtroppo è capitato con il gol di Brugman. Poi ci siamo svegliati, ma non è bastato». Nella prossima gara in programma contro il Perugia, giovedì sera alle 20:30, il Novara vorrà tornare immediatamente al successo, riscattando la giornata storta come lo stesso Corini e ha poi detto dopo il 90’: «Il primo tempo peggiore della mia gestione. Abbiamo permesso al Pescara di costruirsi le sue certezze nel corso di tutta la gara, la squadra è come rimasta ad aspettare un evento negativo che poi purtroppo è capitato con il gol di Brugman. Ci siamo svegliati solo nella parte finale del primo tempo. Sinceramente l’atteggiamento con cui abbiamo approcciato il primo tempo non è stato quello giusto, non abbiamo avuto la giusta cattiveria, importante per noi per cercare di portare a casa questo tipo di partite. Abbiamo permesso al Pescara di costruirsi le sue certezze nel corso di tutta la gara ed è come se la nostra formazione fosse rimasta in attesa di un evento negativo che poi purtroppo è capitato quando è arrivato il gol di Brugman che ci ha condannati alla sconfitta. La squadra, a parte nel finale di primo tempo, si è poi anche svegliata un po’ e ha cercato di costruire anche qualche cosa ma ritengo che quello di questa sera sia stato il primo tempo più negativo di tutta la mia gestione». E ancora: «Nella seconda frazione di gioco poi abbiamo giocato praticamente ad una porta sola e in 15 minuti abbiamo concesso praticamente solo un paio di ripartenze pericolose al Pescara, abbiamo anche provato ad andare dentro per sfruttare le capacità delle due punte oppure cercando cross da fuori ma nulla. C’è rammarico perché per come avevamo preparato questa partita – visto che sapevamo che avremmo affrontato un avversario complicato – non siamo riusciti a minare le certezze della formazione avversaria e a portare così a casa il risultato».

PESCARA – NOVARA 1 – 0

Marcatori: 22’ Brugman.

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Fornasier, Perrotta, Crescenzi; Coulibaly, Carraro, Brugman; Mancuso, Pettinari, Benali. A disp. Antonino, Stendardo, Coda, Elizalde, Mazzotta, Capone, Proietti, Cappelluzzo, Del Sole, Baez. All. Zeman.

Novara (3-5-2): Montipò; Golubovic, Troest, Del Fabbro; Dickmann, Casarini (62’ Chaija), Orlandi (79’ Ronaldo), Sciaudone, Di Mariano; Maniero, Da Cruz (62’ Macheda). A disp. Farelli, Benedetti, Sansone, Beye, Schiavi, Moscati, Calderoni, Bove. All. Corini.

Arbitro: Lorenzo Illuzzi di Molfetta

Note: Ammoniti: Carraro, Zampano, Perrotta, 43’ Troest.