Roma-Sassuolo, Di Francesco: «Una delle vittorie più belle. La società mi è sempre vicina»

Roma-Sassuolo, Di Francesco: «Una delle vittorie più belle. La società mi è sempre vicina»
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, ha commentato la bella vittoria contro il Sassuolo ai microfoni di Sky Sport 

Nel post-partita di Roma-Sassuolo, l’allenatore dei giallorossi, Eusebio Di Francesco, ha voluto commentare la vittoria che porta la Roma al settimo posto, vicina alla zona Europa. Ai microfoni di Sky Sport si è così espresso: «Per livello tecnico e scelte fatte è stata una delle migliori partite dell’anno. Mi dispiace prendere gol nel finale, dobbiamo continuare a lavorare. Ho rivisto cose interessanti. Il momento difficile? Ci sarebbero tante cose da dire e il tempo è poco. Per essere una squadra importante devi adattare in base agli uomini le esigenze. Mi piace dare continuità dando certezze. I ragazzi si sono messi a lavorare con maggior attenzione». 

«La società? Non mi è mai mancato il sostegno. L’ho detto anche l’altra volta, dobbiamo dare continuità di risultati e prestazioni. Dzeko? Gli ho detto entra e fai gol, lui mi ha detto che non sentiva i minuti nelle gambe. È uno dei problemi che abbiamo avuto quest’anno. Schick? Ci sono passaggi di crescita, è partito bene. Ha capacità di attaccare la porta. Sono migliorati i dettami tattici, sapevo che avremmo potuto metterli in difficoltà con una palla alle spalle. Se resta? Non abbiamo mai parlato di mercato. Mi ricordo quando ero a Roma, Tommasi doveva andar via poi è rimasto. Bisogna essere più equilibrati possibile sennò si fa difficile tenere in piedi la baracca. La scelta di Zaniolo? Io avevo chiesto due giovani dell’Inter, uno era lui. I giocatori vanno messi in campo, non solo comprati. Metto in campo quando vedo qualità importanti. All’Inter non aveva fatto nemmeno una panchina, deve lavorare ancora tanto».