Samp – Giacomelli: mai una gioia fuori, Giampaolo nero

Samp – Giacomelli: mai una gioia fuori, Giampaolo nero
© foto www.imagephotoagency.it

Sampdoria: con l’arbitro Giacomelli mai una vittoria fuori casa su nove trasferte totali, Giampaolo nervosissimo dopo la gara. La tenuta psicologica di alcuni giocatori però è ancora molto da rivedere…

Piero Giacomelli è la vera bestia nera della Sampdoria, almeno fuori casa: su nove trasferte blucerchiate totali che il fischietto triestino ha diretto in totale, mai una vittoria. In tota la Sampdoria con Giacomelli, fuori casa, ha rimediato soltanto sei sconfitte, di cui una amarissima, contro la Nocerina nel 2011, in Serie B (4 a 2) e tre pareggi. Un ruolino che, come sottolineato stamane da La Repubblica, anche la società ha gradito molto poco: possibile una protesta formale per l’ultima direzione di gara contro la Roma, ma ormai il più è fatto. Di certo l’allenatore blucerchiato Marco Giampaolo non l’ha presa per niente bene: dopo la partita era così tanto nero da non voler parlare né in sala stampa, né alla televisione ufficiale della Sampdoria. Il rigore concesso per fallo su Edin Dzeko lo ha mandato in tilt.

SAMPDORIA: C’È UN PROBLEMA… – Al di là dei presunti torti arbitrali, però, un problema in linea di massima in casa blucerchiata c’è ed è relativo alla gestione psicologica della partita: al rientro in campo dopo il diluvio la squadra non era più la stessa che fino a quel momento aveva gestito benissimo la gara. Anche un giocatore esperto come Ricardo Alvarez ha perso la testa, tanto da rimediare un’espulsione pesante a fine partita per proteste (inutili) nei confronti proprio dell’arbitro. Da questo punto di vista c’è da lavorare.