Toro, il futuro del reparto offensivo ruota attorno a Zaza

Toro, il futuro del reparto offensivo ruota attorno a Zaza
© foto www.imagephotoagency.it

Il Toro è in caccia di un giovane attaccante da affiancare a Belotti, ma un acquisto importante sarà possibile solo con la partenza di Zaza

L’arrivo di Simone Zaza al Toro, un’anno fa, aveva fatto sognare i tifosi granata. La coppia con Andrea Belotti si presentava con potenzialità da primi posti in classifica, ma sul campo quasi nulla è andato come ci si aspettava. Per l’attaccante lucano solo 4 reti in stagione, a fronte di 30 presenze di cui appena 12 da titolare. La dirigenza granata, che per Zaza ha versato quasi 15 milioni al Valencia, si aspettava molto di più, e ora valuta il futuro della punta.

Una cessione non appare semplice poiché il Toro non è assolutamente disposto a mettere a segno una minusvalenza a bilancio. Anche perché sia il prossimo direttore sportivo Massimo Bava sia il presidente Cairo credono nelle potenzialità della punta, e potrebbero concedergli un’altra opportunità. Nel frattempo alla porta della società granata hanno bussato Bologna e Genoa, molto interessate a Zaza. 15 milioni sono una cifra che spaventa le pretendenti per l’ex attaccante del Valencia, ma in un’eventuale trattativa potrebbero entrare delle contropartite. Il Genoa  partirebbe decisamente avvantaggiato in questo caso, perché potrebbe giocare la carta Kouamé, attaccante che piace molto al Toro.

Al primo posto della lista dei desideri granata ci sono però altri attaccanti, giovani e italiani. Petagna e Cutrone sono infatti i primi obiettivi di Cairo e Bava, ma sia la Spal che il Milan pretendono almeno 25 milioni per i loro centravanti. Richieste assolutamente fuori portata per il Toro, a meno che Simone Zaza non lasci il Piemonte per una cifra non troppo inferiore a quella che andrebbe reinvestita.